Il 59° Salone Nautico, organizzato da UCINA Confindustria Nautica e in programma a Genova dal 19 al 24 settembre prossimi, è stato presentato a Milano, presso la sede del Sole 24 Ore. Presenti il Presidente de Il Sole 24 Ore, Edoardo Garrone, a testimonianza dell’importanza che il Nautico riveste per il settore produttivo, e delle Istituzioni locali, Marco Bucci, Sindaco di Genova, Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria e Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica, che ha presebntato la fotografia del trend di mercato per il 2019, confermando lo stato di salute della nostra nautica da diporto. L’Italia, infatti, chiude il 2018 in crescita per il quarto anno consecutivo con un dato di preconsuntivo che indica +9,5% sulla base delle previsioni di chiusura dei bilanci 2018 e stime di crescita di fatturato anche per il 2019. Da un’indagine dell’Ufficio Studi UCINA, il 63% delle aziende dichiara, sulla base del proprio portafoglio ordini 2019, una crescita del fatturato.

Marco Bucci ha affermato: “vogliamo che il Salone sia ancora più in crescita e ogni anno, tutti insieme, faremo sempre qualcosa in più. A Genova l’industria nautica ha un indotto importantissimo, non solo per l’industria, ma anche per la ricaduta dell’indotto. Il Salone Nautico, dopo 59 edizioni, è l’evento dell’anno; un evento dove mare, città e fiera devono formare un’unica offerta. Lavoreremo per un Fuori Salone ancora più importante e bello delle edizioni precedenti. Faremo una grande città, un grande Salone, un grande mare, e una grande Italia”. E continua Giovanni Toti: “siamo orgogliosi di ospitare sul nostro territorio eccellenze come quelle della nautica. L’anno scorso è stato un Salone di rinascita per Genova. Questo è il Salone del riscatto vero e proprio, che arriva dopo 3 anni di crescita, in una città che continua a progredire e che mi auguro possa ospitare un fuori Salone all’altezza. Abbiamo il compito di utilizzare la forza propulsiva del Salone e della nautica per aiutare le nostre imprese e per far trovare ai 180mila visitatori una città che li accolga al meglio. La collaborazione è la cifra che vogliamo continuare a garantire”.

Carla Demaria ha concluso con ambiziosi progetti: “forti del successo anticipato del Salone Nautico – ad oggi non siamo più in grado di soddisfare tutte le richieste degli espositori -, possiamo immaginare un Salone che non sia solo il contenitore di un prodotto eccellente. Guardiamo ai migliori e il migliore è il Salone del Mobile, un modello che supera i muri dei padiglioni per entrare nella città e offrire l’eccellenza del design e dello stile. Il Fuori salone è valorizzato da installazioni che occupano gli spazi della città. Un evento globale. Milano, in tutto il mondo, è la Città del mobile e del design.

Coltiviamo l’ambizione di una città di Genova che non sia più soltanto la città che ospita il Salone Nautico per sei giorni l’anno, ma che si espanda nel suo perimetro, rispondendo così anche alle esigenze non soddisfatte di spazi, con più manifestazioni che si sviluppino nel tempo, diventando la Città della Nautica. Per fare questo occorre un patto con la Città, al fine di traguardare insieme un obiettivo molto più alto. Nessun altra città è legittimata per la sua storia e la sua cultura marinara come Genova.”

www.salonenautico.com