Dal 2000 VinylPlus è stato un pioniere nell’economia circolare dando seguito alla richiesta della Commissione europea di impegni volontari per aumentare il riciclo delle materie plastiche impegnandosi a riciclare almeno 900.000 tonnellate di PVC all’anno in nuovi prodotti entro il 2025, un contributo significativo all’obiettivo complessivo di 10 milioni di tonnellate fissato dalla Commissione per l’industria delle materie plastiche.

Guardando oltre, VinylPlus si è inoltre impegnato a riciclare almeno 1 milione di tonnellate all’anno entro il 2030. “Per quasi 20 anni, VinylPlus ha aperto la strada a un’economia circolare migliorando le performance di sostenibilità del PVC. Poiché il nostro programma riunisce l’intera filiera – produttori di PVC, produttori di additivi, convertitori e riciclatori – abbiamo risposto immediatamente alla richiesta della Commissione di impegni volontari da parte dell’industria delle materie plastiche. Accogliamo con favore questa iniziativa che evidenzia la lungimiranza dimostrata da VinylPlus nel definire il suo primo impegno volontario”, afferma Brigitte Dero, General Manager di VinylPlus.

Grazie al ruolo unico di VinylPlus nel coinvolgere un’intera filiera, l’impegno volontario è riuscito a riciclare oltre 4 milioni di tonnellate di PVC dal 2000. Il PVC è costituito da sale, petrolio o gas naturale ed è una delle materie plastiche più utilizzate al mondo con una vasta gamma di applicazioni come profili di finestre, tubi, pavimenti, cavi, imballaggi, attrezzature sportive, mobili e dispositivi medicali. Garantire che gli obiettivi siano raggiunti è di fondamentale importanza per il successo di VinylPlus. I volumi riciclati sono verificati da un revisore indipendente e presentati al Comitato di Controllo di VinylPlus, composto da rappresentanti della Commissione europea, del Parlamento europeo, delle organizzazioni dei consumatori, dei sindacati, del mondo accademico e dell’industria.