⇒NUOVO CALENDARIO FIERE 2020⇐

L’attuale drammatica contingenza che sembra avviarsi in taluni Paesi alla fine o alla lenta mitigazione non ha mancato di avere un impatto devastante sul mondo delle organizzazioni fieristiche andando a colpire proprio quello che caratterizza questo terreno, il rapporto interpersonale, il contatto diretto tra operatori.

E’ evidente che non solo sono colpiti da questa calamità gli organizzatori di fiere, siano essi enti pubblici legati a città e territori od organizzatori privati, ma anche tutto il gigantesco indotto che, particolarmente in eventi di grandissimo rilievo, andava a servire il contesto espositivo: pensiamo agli allestitori di stand e ai catering che gravitavano intorno a questi appuntamenti, pensiamo alle aree urbane con lo straordinario movimento che l’esposizione fieristica crea nelle strutture ricettive, nella ristorazione, alle autopubbliche a quant’altre attività ad essa afferiscano. Pensiamo anche, allargando l’orizzonte, al lavoro di organizzazione di viaggi e trasferte, ai voli aerei e ai trasporti ferroviari e ai servizi all’automobilista.

Per non scendere troppo in dettaglio, possiamo riassumere dicendo che se una mente maligna avesse architettato qualcosa in grado di nuocere in maniera meglio mirata al mondo fieristico e al suo indotto non avrebbe trovato nulla di più efficace di questa calamità.

A questo mondo, che consideriamo uno straordinario e indispensabile lubrificante e catalizzatore dell’industria e del commercio, va tutta la nostra solidarietà e la nostra simpatia. Senza dimenticare la difficile situazione delle aziende espositrici che si sono preparate con impegno e creatività per partecipare a eventi che hanno dovuto essere rinviati o, nella peggiore delle ipotesi, annullati. 

Sono state diverse le risposte che enti fiera e organizzatori privati hanno dato a questa minaccia ma sostanzialmente si possono dividere in due reazioni: l’annullamento dell’edizione 2020 della manifestazione e il rinvio all’anno o al biennio successivo, e lo spostamento di data nel secondo semestre dell’anno. Per restare agli ambiti che noi seguiamo con le nostre testate e i nostri media digitali il sacrificio è pesante in ogni caso: se per una fiera tessile semestrale può sembrare che un rinvio di alcuni mesi sia poca cosa, bisogna considerare invece che la stagionalità che impone due edizioni – estiva e invernale – ogni anno ha profonde e cogenti ragioni di mercato. 

Appare invece evidente che le grandi biennali tecnologiche subiscono una battuta d’arresto pesantissima saltando un’edizione, mentre meno drammatica appare la situazione delle fiere annuali. Grandi appuntamenti internazionali possono mantenere il loro smalto anche prendendo un anno sabbatico ma manifestazioni in difficoltà già a priori possono subire un danno ben altrimenti micidiale.

La nostra struttura ci ha permesso di surrogare, per quanto possibile, all’assenza o al rinvio di quasi tutte le manifestazioni fieristiche del semestre centrale del 2020, con un’intensificazione della nostra attività di comunicazione su cartaceo, sulla rete, con le nostre newsletter e sui social network.  Questo senza escludere la riprogrammazione della nostra partecipazione alle fiere che già erano previste per l’anno in corso e non sono state semplicemente annullate per rinviarle all’edizione successiva.

Ci saremo, dunque, con il nostro stand e la nostra rivista Textures a Milano Unica a Milano dal 7 al 9 settembre, a Proposte a Cernobbio dal 23 al 25 settembre, a Filo a Milano dal 7 all’8 ottobre.

Non mancheremo di essere presenti con il nostro stand e le riviste Divisione Contract e IDM-L’Industria del Mobile a Sicam dal 13 al 16 ottobre e ad Architect@Work dal 4 al 5 novembre, a Xylexpo dal 10 al 13 novembre ci presenteremo con le nostre testate IDM-L’industria del Mobile, Il Legno, Sistema Serramento e Struttura Legno.

Saremo in visita e in distribuzione con le testate di riferimento alla Holzmesse di Klagenfurt,  a Bie di Milano, a SPS Italia di Parma, al Ligna Conference di Rosenheim, a Cersaie di Bologna, a Sia Hospitality Design a Rimini, a SAIE di Bologna e a Holzbau Forum di Innsbruck.

Augurandoci che questo sia solo un tragico sipario che preluda a una ripresa verso il meglio economico e un nuovo umanesimo.

La redazione e il marketing di WEB AND MAGAZINE s.r.l.