Maritan – Antisismica Udine

Comincia subito il mese di febbraio per WebandMagazine con la partecipazione di Sonia Maritan, il primo del mese a Udine, al convegno sull’antisismica organizzato da Assolegno.

Il giorno dopo il 2 febbraio, Pietro Ferrari partecipa all’evento Smart&Human factory organizzato a Rimini da Scm Group. Oltre 2500 visitatori da ogni parte d’Europa, ma anche da Asia, America e Medio Oriente, hanno affollato dal 31 gennaio al 2 febbraio il Technology Center di Scm nella sede centrale di Rimini, per l’Open House “Smart&Human Factory”. Un’affluenza da record che conferma il colosso italiano un leader a livello internazionale nel settore delle tecnologie per la seconda lavorazione del legno e l’industria del mobile. Dopo gli ottimi risultati conseguiti nel 2018 con un aumento di fatturato che ha portato l’intero Gruppo a superare i 700 milioni di euro, Scm ha aperto il 2019 sotto il segno dell’innovazione con un evento interamente dedicato alle nuove frontiere della fabbrica digitale e intelligente. Una fabbrica all’avanguardia, dove le tecnologie Scm di ultima generazione sono integrate da robot industriali antropomorfi, addetti alle attività più pesanti, robot collaborativi, che lavorano al fianco degli operatori in totale sicurezza e senza barriere, e collegate tra loro da veicoli a guida autonoma con sistemi di navigazione intelligente. Il risultato è un progresso anche sul fronte lavorativo, che oltre a consentire alla fabbrica di rispondere in modo sempre più veloce ed efficiente alle richieste più diverse in attivo dal mercato, sgrava l’operatore da attività ripetitive per consentirgli di dedicarsi a mansioni a più alto valore aggiunto.

Ferrari – SCM

All’interno del Technology Center di Scm, allestito per l’occasione con oltre cinquanta soluzioni esposte e in lavorazione, il pubblico ha potuto entrare nel vivo della “Smart&Human Factory” che in tre giornate ha lavorato quasi un migliaio di pannelli per produrre in tempi record quattro differenti tipologie di mobili. Centinaia di professionisti hanno voluto approfondire le ultime novità studiate e sviluppate da Scm, compresi i servizi post vendita offerti su piattaforme interamente digitali: dal sistema IoT Maestro Connect che raccoglie e analizza i dati provenienti dalle macchine per una manutenzione sempre più intelligente e predittiva, agli occhiali di Maestro Smartech che grazie alla tecnologia a realtà aumentata consentono al cliente di avere sempre, in ogni angolo del globo, un esperto Scm al suo fianco. Molti – oltre un centinaio – anche i docenti e studenti delle scuole di formazione professionale del comparto legno e degli istituti tecnici arrivati a Rimini da diverse regioni del Nord Italia per scoprire i segreti della fabbrica smart “a misura d’uomo. Solo per citare alcuni dei gruppi in visita, quelli del nuovo Polo formativo della Fondazione ITS Rosario Messina – Federlegno Arredo di Lentate sul Seveso, dell’Istituto San Carlo di Torino, fino all’Istituto Tecnico per geometri Garibaldi – Da Vinci di Cesena. “L’Open House – spiega il Direttore Divisione SCM Luigi De Vito – è stato un importantissimo momento di incontro diretto con i nostri clienti, per far loro vivere in prima persona le principali innovazioni della fabbrica del futuro. In queste giornate sono state mostrate le nuove frontiere dell’automazione, senza però dimenticare il fattore umano, come indica il titolo ‘Smart&Human Factory’: la forza di Scm di essere non solo un fornitore, ma un partner pronto a sostenere i propri clienti nel loro business e ad accompagnarli in modo concreto nell’era dell’industria 4.0 senza mai lasciarli soli”. L’evento è stato preceduto da due giornate di condivisione su tutti i punti di forza della gamma con l’intera rete vendita internazionale di Scm, tra la sede di Rimini e quella di Campus, la nuova Scuola di Scm, a Villa Verucchio, inaugurata lunedì 28 gennaio per una crescita professionale adeguata alle più moderne tecnologie del settore.

Guidi – Milano Unica

Il 5, il 6 e il 7, Beatrice Guidi e Pietro Ferrari partecipano alla manifestazione tessile di Milano Unica. L’evento chiude la sua 28esima edizione, che si è tenuta a Fiera Milano Rho dal 5 al 7 febbraio, confermando i risultati positivi di un anno fa. Le aziende visitatrici, sia italiane che estere, sono state circa 6.000.

Ferrari – Milano Unica

Il calo delle presenze cinesi, già sperimentato lo scorso anno e dovuto alla concomitanza dei festeggiamenti del loro Capodanno, è stato in larga misura recuperato dalle presenze coreane e giapponesi e dal complessivo buon andamento delle presenze europee, spiegano gli organizzatori. «La ricchezza delle collezioni di tessuti e accessori, presentati in questa 28esima edizione di Milano Unica ha trovato un positivo riscontro nella soddisfacente partecipazione dei buyer italiani ed esteri, in controtendenza con altre fiere del settore», ha commentato il presidente Ercole Botto Poala. La prossima edizione si terrà dal 9 all’11 luglio, mentre l’edizione di Shanghai avrà luogo dal 13 al 15 marzo.

Maritan, Scotta – Forum Legno Lazise

Il 6 febbraio, in contemporanea Sonia Maritan e Pietro Ferrari sono a Lazise a seguire il Forum Legno  che, in una densa giornata, presenta innovazione e tecnologia nel campo delle costruzioni in legno.

Maritan, Bisognin – Legno&Edilizia

Il 7 e l’8 Sonia Maritan, Gloria Murrighili, Laura Gregorutti, con Stefano Cervini, Franco Riccardi e Pietro Ferrari partecipano a Legno &Edilizia di Verona, la fiera vede anche il rilancio del Gruppo Qualità Legno che proprio in quella sede due anni prima aveva visto il proprio atto fondativo. Con 20.500 visitatori, il 15% in più della scorsa edizione del 2015, alla Fiera di Verona si è chiusa la 10ª edizione di Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia, che dal 9 al 12 febbraio, ha visto presenti oltre 2.400 partecipanti ai 5 convegni, 26 seminari, 6 laboratori e 3 incontri con progettisti, organizzati in collaborazione con il partner tecnico ARCA di Trento e con il prof. Franco Laner dello IUAV, uno dei massimi esperti italiani delle costruzioni in legno; incontri che hanno messo a confronto le esperienze di docenti di primo piano come Felice Ragazzo, professore a contratto di Disegno Industriale alla Sapienza di Roma, ed Enzo Siviero, preside dell’Università telematica eCampus.

Murrighili, Gregorutti – Legno&Edilizia

Cervini, Riccardi, Gregori – Legno&Edilizia

“A professionisti del settore e privati l’esposizione merceologica su 25.000 mq curata da 153 aziende di 13 Paesi, da Austria, Belgio, Croazia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Italia, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Svizzera, ha permesso di avvicinare le più interessanti novità del mercato mondiale, anche perché, tra gli espositori, era presente il gotha della produzione, suddivisa nei macro settori infissi, tetti e coperture, pavimenti, cui si è aggiunta la speciale iniziativa Riscaldamento a legna e pellet – spiega il direttore di Piemmeti SpA, Raul Barbieri. “Grande la soddisfazione espressa dalle aziende per i contatti presi in questa edizione, prova della vitalità del settore delle costruzioni edili in legno, cresciuto con oltre 3.000 nuovi edifici nel 2014 – commenta Ado Rebuli, presidente di Piemmeti SpA – tale da proiettare l’Italia al quarto posto in Europa tra i produttori di case prefabbricate in legno (8,4% del mercato, dopo Germania, Gran Bretagna e Svezia), con un valore economico di 658 milioni di euro, per il solo residenziale. Un segnale che indica come il legno sia sempre più preferito dagli italiani, per le sue caratteristiche di salubrità, comfort, sicurezza e sostenibilità”. “La grande affluenza in Fiera di progettisti e privati anche dal centro sud Italia – dice Matteo Mores responsabile ARCA – genera buone aspettative per il business dei prossimi mesi”.

Ferrari, Martini e Tagliaferri – Legno&Edilizia

Una grande Legno&Edilizia, che oltre agli importanti contributi apportati e i risultati citati, ha proposto magnifici allestimenti, tali da essere degni dell’alta importanza del materiale legno, che Madre Natura, attraverso i suoi alberi, propone all’uomo.

Ferrari- Biesse

Il 9 febbraio, a Seregno, Pietro Ferrari partecipa all’inaugurazione della nuova sede di Biesse Brianza.

Ferrari, Aquino, Lozza, Robecchi – Schattdecor

L’11 febbraio, a Rosate, Pietro Ferrari partecipa a una tavola rotonda presso Schattdecor Italia con i vertici dell’azienda, segue una visita ai nuovi reparti produttivi.

Sonia – conferenza iSaloni

Il 14 febbraio, Sonia Maritan prende parte alla conferenza stampa di presentazione de iSaloni, poi, nel tardo pomeriggio, con Pietro Ferrari prende parte alla presentazione milanese della fiera Ligna di Hannover.

Ferrari – conferenza Ligna

Ferrari – Pedross

Il 19 febbraio, Pietro Ferrari visita con gli amici di Weinig lo stabilimento Pedross in Alto Adige, una realtà straordinaria nel conferire valore aggiunto a un prodotto semplice come il battiscopa.

Il 21 febbraio Sonia Maritan e Pietro Ferrari partecipano alle ipotesi fondative di una realtà associativa di valorizzazione della materia prima legno presso la sede di Working Process.

Ferrari, Del Medico, Gugole, Gaiga

Il 25 febbraio sono graditi ospiti presso gli uffici di Web&Magazine, ricevuti da Laura Gregorutti e da Pietro Ferrari, Giovanni Del Medico, Diego Gugole e Claudio Gaiga.

Ferrari – Rilegno

Il giorno successivo, Pietro Ferrari partecipa alla importante conferenza organizzata a Palazzo Mezzanotte da Ri-Legno.

Guidi – Laura Ricardi – Filo

Ferrari – Laura Ricardi – Filo

Ultimi scampoli del mese di febbraio con la presenza alla fiera Filo a Milano da parte di Beatrice Guidi e Pietro Ferrari. “La 51a edizione di Filo si chiude con un bilancio positivo. In questa edizione abbiamo registrato 102 espositori e un numero di visitatori in linea con l’edizione di febbraio 2018. Nel corso di questa 51a edizione abbiamo lanciato il “Progetto Sostenibilità di Filo”, che porterà alla realizzazione di una “Area Sostenibilità” di Filo. Sarà uno spazio dedicato, dove le nostre aziende espositrici presenteranno gli articoli ottenuti da processi produttivi sostenibili, con l’esplicitazione – volontaria e autocertificata – delle varie fasi produttive realizzate in modo sostenibile, sia in ambito ambientale sia sociale. Si tratta di una iniziativa ambiziosa, che vogliamo realizzare con gli stessi principi di qualità, concretezza, e professionalità che contraddistinguono Filo fin dal suo esordio”. A parlare è Paolo Monfermoso, responsabile di Filo, che commenta positivamente la 51ª edizione del salone internazionale dei filati e delle fibre. La fiera si è chiusa ieri, 28 febbraio.  Al tema della “Sostenibilità come processo virtuoso” è stata dedicata l’inaugurazione dell’evento. Nel suo intervento, Carlo Piacenza, presidente dell’Unione Industriale Biellese, ha sottolineato come “Sostenibilità sia in primo luogo tracciabilità. Noi imprenditori manifatturieri abbiamo una responsabilità: garantire la tracciabilità dalla materia prima al prodotto finito”. Mentre Pier Francesco Corcione, amministratore delegato di Assoservizi Biella-Filo, ha affermato che “Il Progetto Sostenibilità di Filo si articola su due livelli. Da una parte è una sostenibilità di processo, che include un uso responsabile della chimica, una riduzione del consumo di acqua e di energia; dall’altra però è una sostenibilità nelle relazioni sociali, nel rapporto con i fornitori, con i dipendenti e con il territorio. Le aziende devono infatti impegnarsi a costruire un modello di sostenibilità sociale, nel quale si occupano e si preoccupano dell’ambiente che hanno intorno e delle persone che lì vivono”.