Pitti Filati lancia Sustainable, un progetto interamente dedicato alla sostenibilità e alle sue molteplici sfaccettature, che prende spunto dall’esigenza di rispettare l’ambiente e risparmiare risorse. Al Cavedio del Piano Inferiore del Padiglione Centrale, prenderà forma un’area pensata e allestita per valorizzare la filiera sostenibile, l’utilizzo di materia prima organica e il recupero degli scarti di lavorazione. In continuità con lo Spazio Ricerca – con la direzione creativa di Angelo Figus e Nicola Miller, e la consulenza di Marco Ricchetti – sarà un luogo di riflessione e scoperta. Imperdibile!

L’esplorazione dello Spazio Ricerca include un progetto realizzato in sinergia tra i diversi player di Pitti Filati. È CustomEASY, nato dal desiderio di allargare i trattamenti di customizzazione dallo streetwear al mondo del lusso, e quindi anche alla maglieria. I filati di punta delle filature vengono smacchinati dai maglifici di KnitClub e trattati da Maurizio Brocchetto (Intex), specialista del settore. Punto di arrivo, nella nuova location al Salone M, una speciale collezione di maglie uniche, frutto di una vera integrazione di filiera. Un progetto a cura di Angelo Figus e Nicola Miller.

Con Pitti Filati torna anche Vintage Selection, il salone dedicato all’abbigliamento, agli accessori e agli oggetti di design del passato. Un’accurata selezione dei migliori espositori del settore offre una panoramica coinvolgente degli stili che hanno attraversato la moda. Quest’anno più che mai. Al Padiglione Medici, Vintage Selection si allinea infatti al tema “Heritage” scelto per lo Spazio Ricerca: in mostra preziosi outfit che raccontano la rinnovata attualità dei trend del passato, in un percorso ricco di input per i designer contemporanei e i migliori bureaux de style internazionali.

Per info: www.vintageselection.it