Chiude l’anno scolastico con grande soddisfazione l’Istituto “Giulio Natta” di Bergamo che ieri ha presentato i primi risultati di “Natta per l’Ambiente: Eccellenti rilevanze”, il progetto di alternanza scuola-lavoro realizzato in collaborazione con RadiciGroup e che ha come obiettivo quello di ottenere la Certificazione Ambientale ISO 14001 della scuola.

Ad aprire la mattinata è stata la dirigente scolastica Maria Amodeo: «In questo anno sono stati coinvolti circa 70 studenti, rappresentativi di tutte le classi quarte che, guidati dai docenti, il prossimo anno saranno “formatori” di altri studenti: si tratta di una formazione a cascata, che vede il nostro istituto impegnato con responsabilità verso il territorio di cui ci sentiamo orgogliosamente parte».

A seguire il saluto di Patrizia Graziani, direttrice dell’Ufficio scolastico provinciale di Bergamo che ha ringraziato tutti i soggetti coinvolti, dagli studenti ai docenti, ai tutor aziendali: «A Bergamo i progetti di alternanza scuola-lavoro sono iniziati già nel 2003, ancor prima che fossero obbligatori; oggi abbiamo oltre 24 mila ragazzi che vivono questa esperienza unica di “contaminazione” con il mondo del lavoro e ringrazio dunque in particolar modo le aziende che aprono le porte a queste iniziative».

Poi la parola è passata agli studenti, protagonisti assoluti del progetto: 6 gruppi di lavoro che hanno illustrato i primi risultati dello studio di impatto ambientale generato dalla scuola verso l’esterno, soffermandosi sui punti fondamentali che li guideranno nel percorso verso la Certificazione ISO 14001 dell’Istituto, obiettivo ambizioso che la scuola intende presto raggiungere grazie alla “tutorship” di un’azienda di RadiciGroup, già certificata ISO 14001.

Analisi e valutazione del contesto, audit interno, performance evaluation sono solo alcune delle parole che scorrevano sulle slide proiettate e illustrate dagli studenti: il loro sforzo è stato quello di contestualizzare al meglio il progetto, con l’obiettivo di diventare un esempio anche per le altre scuole, dei veri e propri “ambassador” di una nuova etica ambientale.

In rappresentanza del Gruppo Radici ha chiuso la mattinata Luigi Gerolla, CEO dell’Area di Business RadiciGroup Perfomance Plastics che, rivolgendosi agli studenti, ha detto: «Mi complimento perché innovazione e lavoro in team sono state le linee guida del vostro modo di operare in questo progetto di alternanza, così come accade nel lavoro quotidiano in azienda». E conclude: «Innovazione, rispetto dell’ambiente e delle persone: sono queste le parole chiave che vi consiglio di tenere sempre in mente in qualsiasi attività che svolgerete nel vostro futuro».