Per una formazione al passo con le nuove sfide tecnologiche. 

Il nuovo Centro di formazione del gruppo, leader mondiale nelle macchine e nei componenti industriali, è il coronamento di un percorso che fin dalle origini punta a generare competenze al passo con l’innovazione tecnologica e a trasmetterle ai professionisti del settore in tutto il mondo.

L’inaugurazione alla vigilia dell’Open House 2019 “Smart&Human Factory” (31/01-2/02) dedicato alla fabbrica digitale e intelligente, integrata da robot industriali e collaborativi.

Rimini, 28 gennaio 2019 – Una risposta concreta alle continue sfide tecnologiche e formative che interessano oggi l’industria manifatturiera. Un supporto al business, ma anche un atto di responsabilità sociale.

Parte da Rimini il progetto Campus Scm Group con cui il gruppo leader mondiale nelle tecnologie per la lavorazione di una vasta gamma di materiali e nei componenti industriali, rilancia e rafforza quella che da sempre è una priorità: sviluppare la più evoluta competenza in questi settori e trasmetterla ai professionisti di oggi e di domani in tutto il mondo. 

Campus, che viene inaugurato lunedì 28 gennaio, nella nuova sede di Villa Verucchio, alla presenza delle principali autorità istituzionali e rappresentanze del mondo della formazione scolastica, professionale e universitaria, nasce con lo scopo di coordinare e promuovere tutte le attività volte a sviluppare le competenze professionali, tecniche, gestionali e manageriali delle 4.000 persone che oggi lavorano per il gruppo nei tre grandi poli produttivi in Italia e nelle oltre venti filiali all’estero. 

Alcuni percorsi formativi, a seconda delle necessità, si estendono anche ai distributori e clienti finali del network Scm Group. Non solo: questo centro vuole porsi come un interlocutore di riferimento per le Scuole secondarie, le Università, i vari Enti di formazione professionale e Business Schools con cui Scm Group collabora in Italia e all’estero per progetti di alternanza scuola-lavoro, tirocini e iniziative di formazione congiunte mettendo a disposizione l’alta tecnologia dei suoi macchinari ed il know-how dei propri professionisti. 

Ulteriore obiettivo, infine, è quello di contribuire a sviluppare competenze che favoriscano l’innovazione tecnologica dei vari settori in cui le società del gruppo vengono oggi scelte come partner in tutto il mondo: dall’industria del mobile all’edilizia, dall’automotive all’aerospaziale, dalla nautica alla lavorazione delle materie plastiche. A tal proposito, si è scelto non a caso di inaugurare Campus alla vigilia di un altro evento importante in termini di innovazione e formazione: l’Open House 2019 di Scm (Divisione Legno), “Smart&Human Factory”. Questo appuntamento, preceduto il 29 e 30 da due giornate di formazione rivolte alla rete commerciale Scm, richiamerà dal 31 gennaio al 2 febbraio, nella sede centrale del gruppo, a Rimini, e presso Campus, migliaia di visitatori da tutto il mondo, tra venditori e clienti, per presentare all’industria del legno e del mobile la fabbrica del futuro con le ultime novità tecnologiche integrate da robot industriali e collaborativi. 

“Per le aziendecommenta il Presidente di Scm Group Giovanni Gemmanila qualità delle risorse professionali molto si basa e si baserà sulla loro capacità di imparare e aggiornare le proprie competenze: quelle tecniche, in primis, ma anche quelle gestionali. La formazione interna è quindi uno dei migliori investimenti che un’azienda oggi possa fare, alla luce delle profonde trasformazioni tecnologiche e digitali che interessano in modo particolare un settore altamente specializzato e competitivo come il nostro”.

 

 I 4 PERCORSI FORMATIVI DI CAMPUS

  • “Welcome”: si rivolge a tutti i neoassunti nella fase di inserimento. Prevede una fase teorica in aula, relativa agli ambiti di core business del gruppo, ad una fase pratica accompagnata da un periodo di affiancamento.
  • “Technical Training”: sostiene la formazione tecnica specifica per le diverse tecnologie / linee di prodotti del gruppo, le modalità di installazione e manutenzione delle macchine e/o degli impianti, i processi industriali e commerciali.  Previsti anche percorsi mirati per aspetti di sicurezza e nuove tecnologie.
  • “Leadership”: si rivolge a giovani talenti laureati, risorse con competenze tecniche consolidate e manager di tutte le funzioni aziendali che possono così continuare ad arricchire il loro bagaglio di competenze gestionali, economiche e relazionali.
  • “Focus on”: comprende i progetti speciali, mirati all’acquisizione di conoscenze e metodi di lavoro innovativi e strategici e a supportare la rete di dipendenti e collaboratori in occasione di importanti cambiamenti organizzativi. 

Campus è quindi un Centro di formazione dinamico, in grado di sviluppare la propria offerta in vista delle sfide poste dalle tecnologie e dal mercato. Un Centro coordinato dalla Direzione Risorse Umane e Organizzazione di Scm Group, con in cattedra figure sia interne al Gruppo che esterne, tra liberi professionisti e docenti provenienti da alcune delle Università e Business School più rinomate. 

NUMERI E ATTIVITÀ’ 

Campus occupa un’area complessiva di 1300 metri quadrati, con 9 aule, uffici e un Training Center allestito con macchine Scm, dedicato alla formazione dei tecnici di assistenza. Si prevedono ad oggi, per il 2019, 500 corsi per un totale di 52mila ore di formazione, con il coinvolgimento di circa 3.200 partecipanti e oltre 50 formatori. Tra i temi prioritari, le novità digitali sul fronte manifatturiero, l’Industria 4.0. e la formazione dei tecnici adibiti all’assistenza. Alcuni progetti erano già partiti nella seconda metà del 2018, come “Professione tecnico trasfertista: diventa service engineer con SCM” che ha formato oltre 20 giovani neodiplomati presso istituti tecnici ad indirizzo elettrotecnico, elettronico, meccanico, meccatronico, ed informatico dei territori delle province di Rimini e Vicenza. 

I RAPPORTI CON IL MONDO DELLA FORMAZIONE

La formazione fa parte del “dna” di Scm Group. Il gruppo nasce, infatti, da operai e tecnici, delle famiglie Aureli e Gemmani, che hanno avuto il coraggio e la volontà di diventare “imprenditori di se stessi” e che hanno sempre voluto trasmettere alle generazioni successive questo credo. 

“Campus” Scm Group prosegue e rilancia una lunga tradizione di progetti e rapporti. 

Nel territorio romagnolo, dove il gruppo nasce, tra le collaborazioni per visite guidate in azienda, tirocini e progetti di alternanza scuola-lavoro si citano quelle con Confindustria Romagna, Enaip e tutti i principali Istituti scolastici di indirizzo tecnico e scientifico (licei, istituti tecnici e professionali). 

Tra le Università, in Italia, Scm Group collabora per lo svolgimento di tirocini e per iniziative formative congiunte con l’Ateneo di Bologna (comprese le sedi di Rimini e Forlì-Cesena) e con BBS – Bologna Business School con cui ha anche progettato il Master in Internet of Things (prima edizione nel 2018). All’attivo rapporti anche con l’Università Cattolica di Milano, gli Atenei di Ancona, Bergamo, Padova ed il Politecnico di Torino per il nuovo Master in Edilizia del legno, avviato nell’autunno 2018 e destinato a laureati in Architettura e Ingegneria di 2° livello, nonché con la neonata Facoltà di Ingegneria per le Tecnologie del legno all’interno dell’Università di Bolzano. Non mancano le collaborazioni all’estero, a partire dall’Università di Rosenheim, per arrivare a Mosca, San Pietroburgo e alla South Bank University di Londra.

Complessivamente, sono 130 i progetti di alternanza scuola-lavoro e tirocini in azienda che nel 2018 hanno coinvolto altrettanti diplomandi e laureandi nelle sedi principali del gruppo in Italia, tra Rimini, Vicenza e Bergamo. Oggi Scm Group supporta anche il variegato mondo della formazione professionale, nei diversi settori delle macchine e dei componenti industriali, aiutando docenti e studenti a tenersi aggiornati sugli impianti più evoluti e sui servizi digitali di ultima generazione.

Solo la Divisione Legno Scm ha supportato in termini di tecnologie, macchine, software e know-how il rinnovo di moltissimi centri di formazione professionale di cui 4 nell’ultimo biennio. Per citare alcune delle esperienze più importanti attive ad oggi: il nuovo Polo Formativo di Federlegno Arredo, inaugurato lo scorso novembre a Lentate sul Seveso (Monza-Brianza) che ospita oltre 400 giovani; l’Istituto Carniello di Brugnera (Pordenone) che registra 90 studenti ogni anno; l’Isis Fermo Solari di Tolmezzo (Udine), specializzato in formazione per l’edilizia in legno. Da segnalare all’estero il rapporto con scuole rinomate per il settore, i cui studenti possono specializzarsi ed apprendere i segreti del mestiere lavorando con soluzioni Scm: dal centro Enstib – Ecole Nationale Supérieure des Technologies et Industries du Bois (Scuola Nazionale Superiore delle Tecnologie ed Industrie del Legno) collegato all’università di Lorraine, in Francia, ai College Cerritos e Laney in California. 

Dal 1980, per vent’anni, la divisione legno Scm ha avuto una propria scuola, il CSR Training Center, che ha formato in totale circa 4.000 persone, provenienti da 40 Paesi. Un centro d’eccellenza unico in Italia, che ha ottenuto diversi riconoscimenti a livello internazionale, imponendosi come la seconda scuola privata del legno di caratura mondiale dopo quella di Rosenheim, in Germania, e si è aggiudicata in due decenni gran parte dei finanziamenti pubblici per la formazione a livello regionale e nazionale. Da qui sono partiti diversi degli attuali collaboratori del Gruppo, oggi con ruoli anche dirigenziali, e si sono avviate le basi di tutte le attività formative che proseguono ancora oggi.

www.scmgroup.com