SCM lancia a Xylexpo la sua nuova piattaforma IoT pronta a cambiare il futuro della lavorazione del legno

In uno stand di oltre 3000 metri quadrati, di grande impatto, il Gruppo italiano si conferma leader per la più ampia gamma internazionale rivolta al settore, arricchita dalle nuove soluzioni digitali

“Work simple. Work digital”

SCM, partner solido e affidabile per l’intero settore del legno, dal piccolo artigiano alla grande industria di mobili, conferma la sua presenza alla 26a edizione di Xylexpo (Fiera Milano-Rho 8-12 maggio) dove presenterà le sue ultime soluzioni tecnologiche e digitali pensate per garantire sempre più ai propri clienti il miglioramento della qualità, la riduzione dei costi e una maggiore efficienza.

In uno stand innovativo e di grande impatto che occupa un’area di oltre 3.000 mq nella Hall 2, insieme ai cinquanta modelli macchina rappresentativi della più ampia gamma per il settore a livello internazionale, il colosso italiano presenterà “Maestro Digital Systems”, la piattaforma di strumenti digitali realizzati da SCM per semplificare notevolmente il lavoro quotidiano degli operatori aumentandone le prestazioni, in linea con il concept “Work simple. Work digital” che caratterizzerà tutta la comunicazione SCM in fiera. Tra questi, particolare evidenza verrà data alla nuova piattaforma IoT (“Internet of Things”) Maestro connect, in risposta alle esigenze dell’Industria 4.0.

Come afferma Luigi De Vito, SCM Division Director, “realizzare una Fabbrica Smart significa realizzare una fabbrica intercomunicante e intelligente, dove soggetti diversi e fisicamente distanti (macchine di vari stabilimenti, operatori diversi della stessa filiera produttiva attraversati da un comune flusso informativo, etc.) si integrano. Le macchine di nuova generazione SCM sono intelligenti, automatizzate e connesse, in grado di raccogliere attraverso componenti smart (sensori, microprocessori, software, ecc.) e sistemi di connettività, i dati della macchina potenzialmente abbinabili ai dati provenienti da fonti diverse e complementari, all’interno o all’esterno dell’azienda. Software e sofisticati algoritmi saranno in grado di estrarre da questi dati informazioni di valore per il cliente, compresa, ad esempio, la probabilità che si verifichi un fermo macchina nelle successive 24 ore”.

Un forte investimento da parte di SCM, che avviene in un anno straordinario per il Gruppo, sempre più vicino al traguardo dei 700 milioni di euro di fatturato e con un organico in continua crescita, arrivato a superare oggi le 3600 persone tra gli stabilimenti italiani e le 20 filiali estere.

Un anno caratterizzato anche da importanti investimenti nel territorio, tra i quali, a Monza, la nuova sede produttiva e il Technology Center di Superfici, punto di riferimento di SCM per il finishing, la nascita a Thiene (VI) del più grande Technology Center in Italia, dedicato alla bordatura, e la nuova area produttiva nel territorio di Zogno (BG) dove il Gruppo SCM ha ridato vita ad un’area manifatturiera di 20.000 mq per potenziare la produzione di macchine speciali di Cms, azienda bergamasca da quindici anni fiore all’occhiello del Gruppo nella lavorazione di materiali avanzati, plastica, vetro, metallo, pietra, quindi riferimento per settori come l’automotive e l’aerospaziale.

 MAESTRO CONNECT: UNA NUOVA GENERAZIONE DI MACCHINE 4.0

Maestro connect è l’innovativa piattaforma IoT che sfrutta le potenzialità del concetto di “Internet of Things”. “Si tratta di un sistema di raccolta e analisi dei dati provenienti dalle macchine SCM per monitorare e ottimizzare sempre di più i processi produttivi, offrendo da una parte il pieno controllo delle performance produttive da parte del cliente e dall’altra una serie di micro-servizi quali ad esempio una manutenzione tempestiva ed intelligente  e una gestione ottimizzata dei ricambi – spiega Manuela Andreani, SCM Software Product Manager -. Tra i vantaggi più significativi, un aumento della produttività e riduzione dei fermi macchina, un maggiore e continuo controllo dei costi operativi, una riduzione dei costi di manutenzione e la possibilità di monitorare in tempo reale i parametri e le performance della propria macchina in ogni luogo e in ogni momento, così da poter correggere sempre prima eventuali anomalie (smart maintenance)”.

I visitatori di Xylexpo potranno scoprire i vantaggi di Maestro connect su alcuni dei centri di lavoro SCM a controllo numerico più apprezzati dalle aziende che lavorano massello e pannello. Tra questi, accord 42 fx, ultima evoluzione della gamma accord, di grande interesse sia per i serramentisti che per i produttori di porte e scale con doppio gruppo operatore combinato a tre e cinque assi a teste indipendenti, pensato per coniugare al meglio necessità di alta potenza e profilatura con esigenze di creatività e flessibilità produttiva, in linea con le richieste di un mercato sempre più spostato verso prodotti su misura e custom.

Sarà integrato con le nuovi soluzioni IoT di SCM anche morbidelli m220, il nuovo esclusivo centro di lavoro per la foratura e fresatura di pannelli per mobili, la cui caratteristica distintiva è quella di operare con due teste a forare parallele e indipendenti, per la foratura contemporanea di più pannelli, in modo da consentire un risparmio fino al 70% sui cicli di foratura. Il macchinario è dotato di software per la disposizione automatica dei pannelli da lavorare e di un algoritmo ottimizzatore in grado di determinare la strategia di foratura più veloce. Tale algoritmo, in abbinamento a teste a forare studiate per il lavoro in coppia con interasse ridotto, sceglie autonomamente se lavorare con due teste su uno stesso pannello oppure contemporaneamente su due pannelli (una testa su ogni pannello).

WORK SIMPLE. WORK DIGITAL

Maestro connect si aggiunge alle altre soluzioni di Maestro Digital Systems, la piattaforma di prodotti e servizi digitali perfettamente integrati con le solide tecnologie di processo per la lavorazione del legno SCMil nuovo pannello operatore di ultima generazione, multi-funzione, wide-screen e multi-touch (eye-M), l’innovativo sistema di assistenza e manutenzione remota con occhiali a realtà aumentata (Maestro smartech), la potente e versatile Maestro suite, sistema software completo per tutti i tipi e metodi di lavorazione, ed il sistema di simulazione Celle Integrate in Realtà Virtuale 3D (Maestro xplore).

Nel Digital Hub allestito per Xylexpo, SCM presenta anche le ultime novità a livello di software: la nuova e ultima versione del software Maestro cnc che verrà abbinato a tutti i centri di lavoro inclusi accord 42 fx e morbidelli m220. Tra le novità di Maestro CNC, il nuovo simulatore di lavorazione utensile-pezzo, che permette di verificare i particolari della lavorazione e di avere un controllo visivo diretto del risultato ottenuto attraverso un rendering animato 3d, consentendo già in ufficio di controllare l’esattezza del percorso utensile e di intervenire su errori di programmazione; Maestro square, new entry tra i software della suite Maestro, integrata per le squadratrici celaschi, consente di gestire i programmi di lavoro e di controllare lo stato macchina visualizzando in tempo reale le performance. Con la versione “pro” l’utente avrà inoltre a disposizione numerose funzionalità avanzate, da quella di setup piramidale, all’interpolazione degli assi, alla gestione dell’usura degli utensili. In evidenza anche Maestro cut e ottimo cut per la gestione e l’ottimizzazione evoluta di sezionatura.

TUTTA LA TECNOLOGIA SCM PER UNA PRODUZIONE CUSTOM E INTEGRATA

Le novità tecnologiche SCM abbracceranno tutta la gamma di soluzioni in mostra per il settore: dai centri di lavoro e foratura per il pannello ai centri di lavoro per il massello e l’edilizia in legno, dalle proposte per la bordatura e la squadra bordatura alla sezionatura, dalla levigatura alla finitura delle superfici, dall’assemblaggio al montaggio e alla pressatura, dalle soluzioni specifiche per il serramento a quelle per la squadratura-tenonatura e profilatura, automazione e movimentazione automatiche di primissimo livello, senza tralasciare la più ampia e ricercata collezione di macchine per la falegnameria artigiana.

Nell’innovativo e multimediale spazio espositivo di SCM a Xylexpo saranno in funzione nuove soluzioni per ogni processo produttivo industriale, dal mobile alla nautica, dal serramento all’edilizia, e le più affidabili macchine per la falegnameria.

Tra le tecnologie per il massello, l’offerta SCM comprende molteplici applicazioni possibili per la produzione di finestre, porte, scale, sedie, oggetti di design ed elementi d’arredo. In evidenza a Milano la gamma accord: oltre al già citato accord 42 fx, il centro di lavoro altamente flessibile accord 50 fxm, per la lavorazione di oggetti di forma complessa e di ampie dimensioni e per molteplici settori d’impiego, e accord wd, la cella integrata per serramenti e porte con la stessa flessibilità di utilizzo di una macchina stand-alone.

Interesse anche per la scorniciatrice dalle possibilità di utilizzo illimitato superset nt 32 e la linea balestrini con le compatte tenonatrici/mortasatrici per la realizzazione di incastri speciali pico md3 e pico om e il centro di lavoro a 5 assi ad alta precisione power, in linea con le sempre più esigenti e variegate richieste dell’industria del legno.

Tra le novità per la lavorazione sia del massello che del pannello, fa il suo debutto in questa edizione di Xylexpo la nuova squadratrice celaschi p40, in grado di lavorare sia elementi in massello che pannelli, allestita per eseguire cave, profili J-Shape e lavorazioni diritte e inclinate. Macchina completamente elettronica, dotata di controllo elettronico di ultima generazione, è corredata dal software Maestro square, che la rende macchina 4.0 a tutti gli effetti.

Tra i centri di lavoro per il pannello, oltre alla novità assoluta di questa edizione di Xylexpo, morbidelli m220, continua a suscitare forte interesse la fora-fresatrice e bordatrice morbidelli p200, con l’innovativo gruppo operatore in grado di applicare bordi su pannelli spessi anche 80 mm, e le ventose HE-POD che solo SCM è in grado di offrire sul mercato, per sfruttare al massimo le potenzialità del centro di lavoro grazie al sollevamento alternato dei pezzi.

Per la sezionatura SCM, in particolare evidenza la gabbiani g 3 / gt 3 165 che si aggiunge alla già affermata serie gabbiani g 3 / gt 3 per soddisfare tutte le esigenze dell’impresa che lavora lotti medio-grandi ed opera in un mercato in continua evoluzione. Grazie al software Maestro cut, la nuova interfaccia operatore segue i “principi dell’industria 4.0” integrandosi appieno all’interno del sistema produttivo “easy & responsive”.

Per la bordatura SCM offre, a partire dalla gamma olimpic, nuovi dispositivi: l’innovativa gamma di ritorno pannelli “Fastback”, che consente di incrementare fino al 20-30% l’efficienza produttiva della singola bordatrice ed un piano a velo d’aria di appoggio pannelli in ingresso macchina, che agevola notevolmente l’operatore nella lavorazione di pannelli di grandi dimensioni. Di rilievo la bordatrice olimpic K 560, macchina di riferimento per l’azienda artigiana, che aumenta le sue già ottime prestazioni con la possibilità di bordare masselli fino a 12 mm di spessore, migliorando ulteriormente la sua versatilità di utilizzo. In evidenza per le bordatrici SCM anche il nuovo dispositivo AirFusion+, che rispetto alla precedente versione porta l’applicazione per “filo colla zero” ad un +10% di produttività e un taglio del 50% nei tempi di avvio, e  la nuova HMI “eye-M”con display “21.5” multitouch con anteprima 3D del pannello in lavorazione. Tra le macchine in mostra, arricchite con questa novità, si segnala stefani xd, la sintesi più attuale dell’enorme bagaglio di competenze SCM nella bordatura industriale. Tra i suoi valori aggiunti, i nuovi gruppi operatori generazione “E” progettati per offrire un solido equilibrio tra leggerezza nella lavorazione e nuovi standard di rigidezza.

Importanti novità anche per il trattamento delle superfici. SCM presenta infatti a Xylexpo un’offerta integrata che comprende l’ampissima gamma di tecnologie per la levigatura, la pressatura ed il finishing (verniciatura) con l’obiettivo di fornire soluzioni e servizi a 360 gradi per soddisfare tutte le esigenze di processo e di tipologia di prodotto finale.

Le soluzioni per la levigatura si preannunciano di grande interesse per l’industria del mobile ed i terzisti che necessitano di soluzioni per impieghi intensivi capaci di offrire risultati suggestivi e altamente personalizzabili: da dmc system t4, in grado di realizzare, grazie al gruppo trasversale e al gruppo planetario, finiture eccellenti su pannelli sia grezzi che verniciati, a dmc system t5 dotata di due gruppi sgorbiatori e del gruppo taglio di sega, particolarmente adatta ad effetti come lo sgorbiato, il taglio di sega e lo strutturato.

Per la pressatura, SCM rilancia ulteriormente la sua presenza nel settore della con una gamma ancora più ampia di soluzioni, in grado di soddisfare tutte le fasce di mercato. Oltre alle presse a caldo manuali sergiani gs e automatiche sergiani gs-a, pensate per rispondere alle diverse esigenze dei clienti, in particolare per chi lavora pannelli e porte, SCM espande ora la propria presenza nel mondo della pressatura con presse a freddo pf, per pannelli listellari gsl-a e gsl-k, a membrana 3d form, casse a depressione vb e diverse soluzioni di linee con presse automatiche mono e multivano a carico simultaneo.

Completano la gamma SCM le soluzioni per il finishing di Superfici: da Maestro, robot antropomorfo per la verniciatura di qualità dei serramenti, alla spruzzatrice Magnum, integrata con un software semplice e intuitivo in grado di gestire parametri, funzionalità, diagnostica e ricette.

Come sempre inossidabili, poi, le macchine per la falegnameria, leader al mondo per top di gamma, performance uniche e continua innovazione. Ne è conferma la variegata linea di soluzioni esposte in fiera, a partire dall’inossidabile “L’invincibile”, evolutasi nel design e nelle caratteristiche tecnologiche, punto di riferimento assoluto nel mercato per precisione, affidabilità e sicurezza. La doppia inclinazione introdotta sulle seghe circolari si x della gamma L’invincibile, viene ora estesa alla sorella minore “minimax” introducendo il modello minimax si x con lama inclinabile +/-46° a movimentazione motorizzata-programmata. In rilievo a Xylexpo anche il gruppo combinato intestatore-arrotondatore per bordatrici ideale per intestare anteriormente e posteriormente il pannello e contemporaneamente arrotondare, se richiesto, gli spigoli anteriori e posteriori in un unico passaggio. A completamento della più ampia gamma di macchine per falegnameria esistente sul mercato, vengono poi presentati i nuovi aspiratori vf,  una tipologia di filtri ad aria pulita e dalla tecnologia innovativa. Silenziosi ed efficienti, sono ideali per essere collocati in qualsiasi ambiente di lavoro.

Scm Group è leader mondiale nelle tecnologie per la lavorazione di una vasta gamma di materiali: legno, plastica, vetro, pietra, metallo, materiali compositi e nei componenti industriali. Le società del gruppo sono, in tutto il mondo, partner affidabili di affermate industrie che operano in vari settori merceologici: dall’industria del mobile all’edilizia, dall’automotive all’aerospaziale, dalla nautica alla lavorazione di materie plastiche. Scm Group coordina, supporta e sviluppa un sistema di eccellenze industriali, articolato in 3 grandi poli produttivi altamente specializzati in Italia, con oltre 3.600 dipendenti e una presenza diretta nei cinque continenti.