L’assemblea generale di Acimall, l’associazione dei costruttori italiani di macchine e accessori per la lavorazione del legno, ha eletto il nuovo consiglio direttivo: al fianco del presidente Lorenzo Primultini (Primultini) e dei vicepresidenti Raphaël Prati (Biesse) e Luigi De Vito (Scm) – cariche che verranno rinnovate il prossimo anno – siedono Marianna Daschini (Greda) e Umberto Pizzi (Pgs), riconfermati dall’assembea nel loro ruolo di consiglieri, e i neo eletti Filippo Pellitteri (Twt) e Franco Tanzini (Vitap).

Quinto degli eletti Giovanni Sedino, attuale tesoriere, che entrerà in consiglio il prossimo anno, quando si provvederà alla elezione di un nuovo presidente e di un solo vicepresidente. Il “doppio passaggio” che porta al completamento del consiglio è stato deciso negli scorsi anni per garantire una maggiore continuità nella gestione della associazione, con l’adozione di un “intervallo” di dodici mesi fra l’elezione dei consiglieri e quella della presidenza. Complessivamente il consiglio sarà composto da sette membri, così che il governo di Acimall sia ancora più agile ed efficace.

“E’ stata una assemblea estremamente serena e costruttiva”, ha commentato il presidente Primultini alla conclusione dei lavori, svoltisi lo scorso 28 giugno a Desenzano sul Garda (Verona). “La forte presenza degli associati e il clima di piena condivisione testimonia la volontà del settore di guardare al futuro insieme, ben sapendo che solo con una volontà comune di condividere impegni e progetti è possibile tenere alto il “made in Italy” delle tecnologie per il legno, da sempre una delle voci più significative della nostra bilancia commerciale”.

La giornata si è aperta con un ampio contributo di Andrea Bianchi, responsabile delle politiche industriali di Confindustria, che ha offerto ai presenti una visione completa dei grandi temi economici del Paese, insistendo sull’importanza del manufatturiero italiano, sull’indispensabile ruolo dei costruttori di tecnologia in una economia forte e sul rapporto fra industria e Governo. Una presenza, quella di Bianchi, che riafferma la vicinanza fra Acimall e il palazzo di Viale dell’Astronomia. I lavori sono poi proseguiti con la presentazione delle relazioni del presidente e del tesoriere, approvate all’unanimità, a cui ha fatto seguito una simpatica cerimonia durante la quale è stata consegnata una targa ricordo alle aziende che da oltre cinquant’anni fanno parte di Acimall; fra loro Centauro, Cosmec Technology, Scm, Steton e Vitap, associate ad Acimall dal 12 giugno 1967! Sul palco erano inoltre presenti, in ordine di anzianità, Bacci, Corali, Locatelli Macchine (associate dal 15 gennaio 1968), Stark (24 marzo 1969), Imeas e Omas (12 giugno 1969).

www.acimall.com