Il Padiglione in tulipier a impatto ambientale neutro lanciato al London Design Festival.

MultiPly, il padiglione in tulipier americano, alto nove metri e a impatto ambientale zero, apre al pubblico nel Sackler Courtyard del V&A (Victoria and Albert Museum) per il London Design Festival il 15 settembre, dove rimarrà fino al 1° ottobre. I 43 m3 di tulipier che compongono MultiPly immagazzinano l’equivalente di 30 tonnellate di anidride carbonica e vengono sostituiti in cinque minuti con una crescita naturale nella foresta americana. L’installazione nasce dalla collaborazione tra Waugh Thistleton Architects, American Hardwood Export Council (AHEC) e ARUP, e illustra come la costruzione modulare a strati incrociati in legno di latifoglie americane possa essere una valida soluzione all’attuale crisi immobiliare. La struttura è realizzata con i primi pannelli in legno lamellare (CLT) prodotti nel Regno Unito.

MultiPly, uno dei progetti principali del London Design Festival, è formato da una serie labirintica di spazi interconnessi che si sovrappongono e si intrecciano. È stato concepito e costruito per incoraggiare i visitatori a ripensare al modo in cui progettiamo e costruiamo le nostre case e le nostre città. La struttura tridimensionale è costituita da un sistema flessibile, composto da 17 moduli di tulipier americano CLT, con giunti fabbricati digitalmente. E’ arrivato sotto forma di kit con diverse parti che sono state assemblate in modo semplice e silenzioso in meno di una settimana. In cima alla struttura c’è un modulo con uno strato interno in tulipier trattato termicamente – il primo legno termicamente modificato (TMT) è stato incorporato come protettivo, segue il CLT. Essendo costituito da moduli, il padiglione può essere smontato e rimontato in una nuova casa dopo il London Design Festival. MultiPly affronta due delle più grandi sfide dell’epoca attuale – l’urgente bisogno di abitazioni e l’urgenza di combattere il cambiamento climatico e presenta come soluzione la fusione dei sistemi modulari e i materiali da costruzione sostenibili.

“L’ambizione principale di questo progetto è quella di discutere pubblicamente su come affrontare le sfide ambientali attraverso una costruzione innovativa e accessibile”, afferma Andrew Waugh, co-fondatore di Waugh Thistleton Architects, uno studio che è stato all’avanguardia nella costruzione in legno per decenni. “Siamo a un punto di crisi sia in termini di abitazioni che di emissioni di CO2 e crediamo che costruire con un materiale versatile e sostenibile, come il tulipier, sia il modo più importante per affrontare questi problemi”.

Per tenere il passo con la crescita della popolazione e far fronte ad anni di offerta insufficiente, ogni anno nel Regno Unito dovrebbero essere costruite circa 250.000 nuove case. Nel 2016/17, nel Regno Unito sono state costruite 184.000 nuove case, con un deficit di circa 66.000 case. Per aumentare l’offerta e per soddisfare la domanda, dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare e costruire.

“Waugh Thistleton Architects è stato pioniere nell’uso innovativo del legno nell’edilizia per decenni. MultiPly esplora un nuovo modo di costruire più sostenibile, unendo un materiale a impatto di carbonio negativo e facilmente reperibile – il tulipier americano – con un design modulare”. Spiega David Venables, direttore europeo di AHEC. “AHEC ha lavorato con molti grandi architetti – David Adjaye, Alex de Rijke, Alison Brooks e ora Waugh Thistleton – per dimostrare le proprietà strutturali, estetiche e ambientali del tulipier americano”.

Il tulipier proviene dagli Stati Uniti orientali, dove la superficie delle foreste di legno di latifoglia si espande, al minuto, quanto un campo da calcio, e supera già i 110 milioni di ettari, equivalenti all’area combinata di Francia e Spagna. Questo rende il materiale sostenibile e rispettoso dell’ambiente, soprattutto perché è uno dei legni di latifoglia americani più abbondanti, che rappresenta il 7,7% del volume totale delle foreste di latifoglie americane. Ogni anno, anche dopo la raccolta, il volume del tulipier nella foresta statunitense cresce di 19 milioni di m3, l’equivalente di oltre 19 piscine olimpiche al giorno.

MULTIPLY

Durante il giorno, l’installazione in tulipier americano alta 9 metri promette di essere divertente e giocosa. Gli spazi labirintici condurranno infatti i visitatori verso una serie di scale, corridoi e spazi aperti, invitandoli a esplorare il potenziale del legno in architettura. Di sera, con un’illuminazione leggera, il padiglione diventerà uno spazio silenzioso e contemplativo, consentendo ai visitatori di riflettere sulla bellezza del suo materiale naturale.

“L’installazione condurrà le persone in una danza che esplora lo spazio e la luce, su e giù per le scale attraverso i ponti “, dice Waugh. MultiPly ha un alto livello di permeabilità e invoglia gli spettatori a entrare nella struttura, in modo da sperimentare nuove vedute attentamente studiate della facciata del V&A.

Carolina Bartram, Project Director Arup ha commentato: “Continuando la nostra esplorazione del legno di latifoglia americano CLT attraverso installazioni come The Timberwave, The Smile e Endless Stair, MultiPly offre ora un’occasione divertente per sperimentare e innovare con questo materiale tattile e adattabile. La serie apparentemente semplice di scatole impilate è una complessa sfida ingegneristica, resa ancora più interessante grazie al fatto che la scultura si trova nell’elegante Sackler Courtyard, appena completato del V&A. È un privilegio, in qualità di ingegneri del Sackler Courtyard, contribuire anche alle progettazioni ingegneristiche per Multiply.”

TULIPIER A STRATI INCROCIATI

MultiPly utilizza una tecnica di ingegneria per il legno nota come laminazione incrociata, in cui le tavole di legno vengono posate perpendicolarmente l’una all’altra e incollate insieme per formare pannelli molto robusti, rigidi e stabili. Il CLT è stato tradizionalmente realizzato con alberi di conifere. Tuttavia, insieme ad Arup, AHEC ha sperimentato nell’ultimo decennio il CLT prodotto con il tulipier americano di rapida crescita. Le ricerche e i progetti intrapresi hanno dimostrato che a parità di peso, il tulipier CLT è più resistente dell’acciaio e del calcestruzzo e può essere lavorato con tolleranze incredibilmente elevate. Questo lo rende ideale per la prefabbricazione e il montaggio rapido, riducendo i tempi di costruzione di circa il 30%. Il tulipier è un legno di latifoglia economico e facile da lavorare, incredibilmente resistente per il suo peso.

L’uso del tulipier CLT dimostra che le grandi costruzioni in legno possono essere costruite senza l’uso di cemento o acciaio. Queste proprietà, insieme al suo aspetto simile al marmo, fanno del tulipier un perfetto pioniere del legno di latifoglia per le costruzioni in legno innovative. Le tavole di tulipier sono importate dagli Stati Uniti, ma i pannelli per MultiPly sono stati prodotti nel Construction Scotland Innovation Centre (CSIC), la prima fabbrica di CLT del Regno Unito. MultiPly è la prima struttura realizzata in CLT prodotto nel Regno Unito.

www.multiply.london

#MultiPlyLDF

WAUGH THISTLETON ARCHITECTS

Waugh Thistleton è uno studio orientato alla ricerca, dedicato alla progettazione di edifici e luoghi di altissima qualità architettonica, con particolare attenzione all’impatto sull’ambiente. Lo studio pratica la sostenibilità nel senso più ampio del termine, concentrandosi non solo sull’energia in uso, ma anche sull’energia inglobata e la longevità. Il team crede fermamente che la sostenibilità e le soluzioni di design a livello mondiale dovrebbero essere la stessa cosa. Il loro approccio olistico si basa sui principi di riduzione, riutilizzo, riciclaggio. Sforzandosi in ogni momento di produrre soluzioni di design innovative e fantasiose che sfruttino le migliori tecnologie, la qualità dei loro edifici e il loro impegno nell’utilizzo della costruzione in legno, gli ha fatto guadagnare una reputazione internazionale in architettura e design ecosostenibili.

www.waughthistleton.com

@waughthistletonarchitects

AHEC

American Hardwood Export Council è all’avanguardia nella promozione del legno in Europa da oltre 20 anni, sviluppando con successo un marchio distintivo e creativo per i legni di latifoglia americani. Il supporto di AHEC per alcuni progetti strutturali creativi come Timber Wave, Endless Stair e The Smile, per il London Design Festival, dimostra le prestazioni e il potenziale estetico di questi materiali sostenibili, fornendo anche una preziosa ispirazione. AHEC ha aperto la strada alla valutazione dell’impatto ambientale (VIA), un approccio che è stato adottato da altri settori. Questo misura una serie di impatti: la domanda di energia primaria (da fonti rinnovabili e non rinnovabili); il potenziale di riscaldamento globale; il potenziale di acidificazione; il potenziale di eutrofizzazione; e il potenziale di creazione di ozono fotochimico.

www.americanhardwood.org

@ahec_europe

ARUP

Arup è la forza creativa alla base di molti dei più importanti progetti al mondo nell’ambito delle costruzioni e in tutto il settore. Con oltre 80 uffici in 35 paesi, Arup ha oltre 13.000 progettisti, designers, ingegneri e consulenti, che offrono progetti innovativi in tutto il mondo con creatività e passione.

www.arup.com

@arupgroup

LONDON DESIGN FESTIVAL

Il London Design Festival, insieme alla London Fashion Week, alla Frieze Art Fair e al London Film Festival, è uno degli appuntamenti più importanti della stagione artistica autunnale londinese. Nato nel 2003 per celebrare e promuovere Londra come capitale mondiale del design e ponte per la comunità artistica di design internazionale, il festival è oramai diventato uno degli eventi di design più grandi ed emozionanti a livello internazionale. Quest’anno, il festival si svolgerà dal 15 al 23 settembre e vedrà la presenza di oltre 400 eventi e installazioni artistiche ad animare la capitale inglese, a partire dal ricco programma del V&A Museum sino a oltre 300 partner coinvolti durante questo Festival di 9 giorni.

www.londondesignfestival.com

@L_D_F

SEAM DESIGN

Dallo studio londinese e dalla sede di Bangkok, SEAM Design fornisce servizi di progettazione indipendente di illuminazione architettonica a clienti, architetti e altri consulenti di progettazione in tutto il mondo. A supporto di questo diversificato portfolio globale, l’esperto team di designer, il cui background professionale e accademico tocca tutti gli aspetti del design e va oltre le competenze di base grazie a interessi eccezionali nella sperimentazione, nel design emergente e nelle tecnologie. Dal 2011 SEAM è sostenitore del London Design Festival e partner annuale degli artisti e architetti di talento del LDF.

www.seam-design.com

@seamdesign

CSIC

Il Construction Scotland Innovation Centre (CSIC) è uno degli otto centri di innovazione guidati dall’industria e orientati alla domanda, sostenuto da Scottish Funding Council, Scottish Enterprise, Highlands & Islands Enterprise e 13 università scozzesi.

www.cs-ic.org
@CscotIC

LEGNO GLENALMOND

Glenalmond è un’azienda a conduzione familiare con oltre 90 anni di esperienza, che si avvale di un team di professionisti di grande esperienza in tutti i settori dell’industria del legno. Sono in grado di realizzare progetti in legno lamellare e CLT di grandi dimensioni, con componenti modulari, tralicci e prototipazione su misura. Gestiscono un molo e un impianto di distribuzione nel porto di Perth con il più grande impianto di trattamento a bassa pressione del Regno Unito, dove il loro team di stivaggio interno può ospitare navi di oltre 4000 m3.

@glenalmondtimber

www.glenalmondtimber.com

STAGE ONE

Stage One è un’azienda creativa di costruzione e produzione che opera nel settore dell’architettura, del teatro e degli eventi. Collaborando con alcune delle menti più creative del mondo, hanno costruito tutti i padiglioni della Serpentine dal 2009; hanno lavorato con RSH+P per una Prouvé House; hanno prodotto pannelli complessi oer la facciata del padiglione Chanel di Zaha Hadid; e costruito il calderone olimpico di Londra nel 2012 di Thomas Heatherwick. Loro combinano design innovativo, ingegneria e tecnologia per fornire un impatto sorprendente a livello globale.

@stageoneltd

www.stageone.co.uk

COSTRUZIONI MODULARI

L’edilizia modulare è un metodo moderno di costruzione, che permette di costruire case rapidamente. Poiché la maggior parte dei processi di costruzione si svolgono fuori sede, l’efficienza raggiunta in un ambiente di fabbrica ci permette di consegnare case di buona qualità, più rapidamente, riducendo al minimo i disagi per la comunità locale.

La costruzione modulare in legno offre un modo per costruire in modo più sostenibile utilizzando materiali rinnovabili ed efficienti dal punto di vista energetico, che hanno il vantaggio unico di produrre strutture che fungono da depositi di carbonio durante la vita di un edificio.