Una delle statue più grandi al mondo sta finalmente prendendo forma su una collina che si affaccia verso l’aeroporto internazionale di Bali, pronta a dominarne il paesaggio. Sarà infatti inaugurata ufficialmente il 28 agosto 2018, giorno nel quale si terrà la cerimonia di presentazione in occasione del prossimo evento dell’IMF Bank. Raffigura il Dio Wisnu a cavallo del mitico uccello Garuda, fonte della saggezza e considerato il preservatore nella religione indù, religione praticata in Indonesia millenni fa, prima dell’avvento dell’Islam. Per riuscire a portare a termine l’enorme scultura in rame e ottone sono serviti piu’ di venti anni di lavoro e circa 100 milioni di dollari raccolti da finanziamenti privati. L’opera, con un’altezza di 121 m compresa la base, è circa 30 metri più alta della Statua della Libertà, al largo di New York, ma Garuda è larga quasi quanto è alta – la sua apertura alare è di 64 metri, per un peso complessivo di 3.000 tonnellate. La forma è così complessa che gli ingegneri hanno progettato giunti speciali nella struttura di supporto, con fino a 11 enormi travi d’acciaio che si uniscono nello stesso punto. I giunti di costruzione normali hanno quattro o sei travi.

E’ stata disegnata, costruita e voluta da un importante scultore Indonesiano di nome Nyoman Nuarta, il quale concepi’ questa maestosa creazione insieme all’ex ministro del turismo, delle poste e delle telecomunicazioni Joop Ave nel 1997, con l’idea di materializzare un capolavoro culturale di valore memorabile e indissolubile nei secoli, che diventi il punto di riferimento iconico dell’Indonesia. Nyoman per questo ha voluto impegnarsi gratuitamente in questo suo progetto visionario con l’intenzione di fare un dono alla sua terra natia, Bali. Lo scultore ha coinvolto centinaia di collaboratori che insieme a lui sull’isola di Java, a Bandung hanno messo a punto l’impresa. Fatta in cera, poi in fibra di vetro, poi in rame, poi in ottone, tagliata in 724 moduli e trasportata da un camion a Bali per l’installazione finale, dove gli elementi sono stati ricomposti e saldati a mano.

Una delle parti che rendono spettacolare questa gigante realizzazione sono le decorazioni in mosaico di Sicis, del maestoso copricapo della divinità, la collana che lo adorna e le due spalline. Sicis è un’azienda italiana leader mondiale per la produzione di mosaico e per la realizzazione di mosaici artistici ormai famosi internazionalmente per la spettacolare capacità interpretativa in ogni progetto e in ogni opera dove si è trovata coinvolta. Sicis ha fornito le pregiate tessere in mosaico e sono occorse oltre 2000 ore di lavoro per posare a mano meticolosamente tessera dopo tessera, seguendo le irregolarità della scultura. Il mosaico esalta incredibilmente il viso della divinità e la grandezza, donando luce e preziosità all’intero prodotto artistico.

Il progetto è importante per l’Indonesia, dice una delle persone dietro il progetto, “La cultura è una grande cosa per il nostro paese, per la nostra civiltà. Quando parliamo della cultura, possiamo essere al pari di molte altri stati. L’ultimo e il più grande capolavoro di questa nazione è Borobudur. Dopo quella vecchia generazione, questa nazione non ha mai più prodotto tale creatività.”” . il nostro obiettivo è costruire qualcosa di grandioso per i nostri figli e nipoti, per la nostra generazione e per il mondo.”