Entra nel vivo a Rho Fiera il dibattito sulla stringente necessità di sbloccare i cantieri per rilanciare l’edilizia e l’intera economia nazionale. Mettendo nel circuito economico i 25 miliardi previsti si genererebbe una crescita del PIL dell’1%. 

Milano, 13 Marzo, 2019. Si è aperta oggi presso gli spazi di Fiera Milano-Rho MADE expo, la più importante manifestazione in Italia per il mondo dell’edilizia e dell’architettura che durerà fino a sabato 16 marzo (giornata di apertura ai privati). 

MADE expo sarà nei prossimi giorni il luogo nevralgico per il settore nel quale si incontrano tutti gli attori della filiera: dai progettisti ai committenti, dai produttori alle aziende di costruzioni.

Per questo la manifestazione costituisce una occasione particolarmente propizia per contribuire alla ripresa di un settore che rappresenta il 9% del PIL in termini di investimenti e che contribuisce alla crescita della ricchezza italiana per mezzo punto percentuali di PIL all’anno (dati Ance). Al centro del dibattito è la urgente necessità di sbloccare le risorse per l’avvio dei cantieri che potrebbero rilanciare non solo il settore ma l’intera economia nazionale. Mettendo in circuito i 25 miliardi previsti si genererebbe una crescita del PIL dell’1%, stima MADE expo. 

MADE expo, nella consapevolezza che la domanda negli ultimi anni ha conosciuto una notevole evoluzione, nella sua nona edizione mette sotto i riflettori il tema della Qualità dell’abitare, sviluppando gli aspetti che riguardano la rigenerazione urbana ed infrastrutturale e gli ingredienti fondamentali dell’abitare contemporaneo: comfort, sicurezza, sostenibilità, innovazione. 

La manifestazione si articola in quattro saloni specializzati (MADE Costruzioni e Materiali, MADE Involucro e Serramenti, MADE Interni e Finiture, MADE Software, Tecnologie e Servizi) distribuiti su otto padiglioni, avendo come parte integrante un intenso programma di formazione tecnica e culturale con più di 100 eventi. 

I temi scelti dimostrano la volontà del settore di intraprendere un cammino di cambiamento per dare un impulso al sistema economico. 

Il convegno inaugurale della manifestazione è dedicato a un argomento di grande attualità e con potenzialità di creare grande valore quale “Infrastrutture e cultura della rigenerazione”, con la presenza di rappresentanti di rilievo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Federbeton, Anas, ANCE e FS insieme ai vertici dei Consigli Nazionali degli Architetti e degli Ingegneri. 

Al taglio del nastro sono intervenute rilevanti personalità istituzionali quali il Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico Michele Geraci, il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala che hanno testimoniato la loro vicinanza e il loro interesse verso MADE expo come possibile volano per dare impulso all’economia sia lombarda che del Paese intero. 

“MADE expo – ha dichiarato il Sottosegretario Geraci – è un’ulteriore dimostrazione di quanto l’eccellenza del Made in Italy sia all’avanguardia. Il settore dell’edilizia è strategico e rappresenta il 9% del PIL della nostra economia. L’incoming di buyers è importante, stiamo aumentando i fondi di budget promozionale ICE a essi dedicati con l’obiettivo di incrementare l’export. In tutti e quattro i settori di MADE expo (costruzioni materiali, design d’interni e finiture, involucri serramenti e software-tecnologie-servizi) siamo player fondamentali a livello mondiale. Piattaforme offerte da Fiera Milano per presentare il fiore all’occhiello della nostra produzione agli esperti di settore provenienti da tutto il mondo vanno sostenute e incoraggiate, per migliorare il nostro export e creare indotto”. 

“Uno degli obiettivi prioritari dell’XI legislatura finalizzati a limitare la riduzione del consumo di suolo è quello di facilitare, attraverso una proposta di legge che presenteremo al Consiglio regionale, gli interventi di rigenerazione urbana e di recupero edilizio, attraverso la diminuzione dei costi e dei tempi di realizzazione, il ricorso a incentivi e la semplificazione delle procedure. Qualcosa di simile era già stata fatta in passato ma occorre essere ancora più incisivi, soprattutto per quanto concerne la semplificazione burocratica, che permetta iter più snelli e veloci a chi intende realizzare opere nelle aree dismesse. Aree che rappresentano ferite all’interno delle città, che danno un senso di desolazione e abbandono” ha sottolineato Attilio Fontana. 

“Il tema dell’edizione 2019 di MADE expoha dichiarato il Sindaco di Milano Giuseppe Saladimostra quanto questa manifestazione sia cresciuta negli anni. Porre l’accento sulla ‘qualità dell’abitare’ vuol dire che edilizia e architettura sanno coglierele esigenze del presente e voglionoconfrontarsi con le sfideche la contemporaneità impone.Oggi le città e i cittadini chiedono innovazioneed efficienza: bisogna costruire e, quando occorre,ricostruire meglio.Lo sviluppo urbano deve essere sostenibile, a livello ambientale e sociale, deve cioè realizzarsi nel rispetto del territorio, valorizzando le comunità che vivono i quartieri delle nostre città. MADE expo ce lo ricorda anche quest’anno attraverso le proposte degli espositori, in uno degli eventi di riferimento per il settore delle costruzioni tra i più importanti in ambito internazionale”. 

“In uno scenario economico che negli ultimi mesi ha visto l’edilizia subire un nuovo e preoccupante rallentamento, risulta sempre più urgente un intervento deciso da parte delle istituzioni per riattivare un comparto strategico la cui ripresa porterebbe a un’immediata crescita del PIL e darebbe un contributo fondamentale allo sviluppo del Paese. L’edizione di MADE expo che apre oggi i battenti rappresenta un primo incoraggiante segnale di fiducia, grazie alla partecipazione di quasi mille espositori che – dimostrando di credere in un progetto fieristico innovativo – hanno investito importanti risorse nella consapevolezza di giocare un ruolo chiave nel rilancio di un’edilizia innovativa, sostenibile e attenta ai cambiamenti socio-economici in atto nella società”, commenta il Presidente di FederlegnoArredo Emanuele Orsini, ente promotore della manifestazione. 

“La nona edizione di MADE expo si apre in un momento complesso per il nostro settore e delicato per l’economia nazionale. Noi pensiamo di aver svolto appieno il nostro ruolo di aggregatore della filiera delle Costruzioni e di sviluppatore di connessioni virtuose. Siamo soddisfatti di avere saputo mettere insieme tante imprese di qualità in rappresentanza di tutti i materiali, professionisti e mondo accademico. MADE 2019 si prospetta ricco di iniziative con la presenza di numerosi protagonisti del settore che sapranno diffondere pratiche innovative in un’ottica di scambio, arricchimento e reciproca crescita”, ha aggiunto Massimo Buccilli, Presidente di MADE expo. 

MADE expo 2019. Il vero peccato è non esserci!