SCM al convegno organizzato sul tema nell’ambito della rassegna “Il Legno dalla Natura alle Cose”

Un settore in forte e continua crescita. Albin Siegert, Process Engineer housing di SCM Engineering: “Oggi potenzialità enormi soprattutto per il CLT”

Grande partecipazione da parte di professionisti e aziende del settore al convegno “Costruire con il legno” organizzato il 12 settembre nella Sala dei Giuristi del Palazzo della Ragione di Bergamo, nell’ambito dell’evento “Il Legno dalla Natura alle Cose”. Il legno, con le sue straordinarie potenzialità, e l’obiettivo di promuoverne la cultura e l’utilizzo, sono all’origine della manifestazione in corso fino al 23 settembre, con la partnership di SCM, forte della sua decennale esperienza nel comprendere le reali esigenze di tutte le realtà che operano nella trasformazione di questa straordinaria materia prima.

La significativa e continua crescita del legno ed in particolare dell’X-lam (CLT) in edilizia, è stato il tema comune e centrale del convegno di Bergamo, introdotto dal Responsabile Filiale Italia di SCM Luca Bergantini, che ha sottolineato la crescita dell’azienda in Italia e in Europa e i valori che fin dalle origini, nel 1952, la rendono leader nel settore. Di seguito, gli interventi del Professor Guido Callegari del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, e di Albin Siegert, Process Engineer housing di SCM Engineering. Tra i maggiori promotori dell’iniziativa, Alberto Candellero, titolare di Candellero Parquets.

La scelta di costruire in legno è uno dei trend positivi che accomuna oggi diversi paesi in tutto il mondo. I motivi di questa spinta a preferire il legno sono noti, dalle qualità antisismiche all’ineguagliabile valore estetico, dalla sostenibilità ambientale alla sicurezza, nonché la convenienza. Senza dimenticare che se oggi si costruisce sempre più in legno, lo si deve anche agli importanti passi in avanti realizzati nella tecnologia, aspetto in cui SCM ha investito e continua ad investire molto, mettendo a disposizione della lavorazione degli elementi strutturali per le costruzioni in legno la sua decennale esperienza nello sviluppo di soluzioni integrate di linee di produzione e centri di lavoro a controllo numerico altamente evoluti e flessibili, per la lavorazione del CLT ed altri materiali legati all’edilizia in legno.

In particolare, l’uso di pannelli CLT è sempre più diffuso oggi, in Italia e in Europa. Considerando che per una casa singola sono necessari circa 50m3 di pannelli CLT, il volume attuale della produzione in Europa, consente di costruire circa 15.000 case all’anno. Come illustrato da Albin Siegert, le potenzialità per il CLT sono enormi: solo il 15% circa  di tutti gli edifici europei sono, infatti, realizzati in legno e di questi il 90% utilizza la tecnologia timber-frame. Ed il trend positivo riferito alla produzione di CLT non si ferma solamente all’Europa, ma importanti progetti sono iniziati in America, Giappone, Australia, Nuova Zelanda ed altri saranno completati nei prossimi anni.

Al convegno il Prof. Callegari, oltre ad illustrare i nuovi promettenti scenari del settore, si è soffermato anche sul nuovo Master in Edilizia in Legno del Politecnico di Torino, che partirà proprio quest’anno e che vede la partnership anche di SCM. L’obiettivo del Master è quello di formare figure professionali con profili e competenze realmente corrispondenti alle attuali esigenze di mercato. Il percorso formativo prevede anche un tirocinio di 250 ore presso le aziende partner per approfondire, tra i vari argomenti, le ultime tendenze dell’innovazione tecnologica con un laboratorio sulle macchine CNC.

Scm Group è leader mondiale nelle tecnologie per la lavorazione di una vasta gamma di materiali: legno, plastica, vetro, pietra, metallo, materiali compositi e nei componenti industriali. Le società del Gruppo che esporta il 90% del suo fatturato, sono, in tutto il mondo, partner affidabili di affermate industrie che operano in vari settori merceologici: dall’industria del mobile all’edilizia, dall’automotive all’aerospaziale, dalla nautica alla lavorazione di materie plastiche.

Scm Group coordina, supporta e sviluppa un sistema di eccellenze industriali, articolato in 3 grandi poli produttivi altamente specializzati in Italia, con oltre 3.800 dipendenti e una presenza diretta nei cinque continenti.