Punto di attivazione, finestra di commutazione, filtri, ampiezza del lobo sonoro, logica di uscita: quando si incorpora nella macchina un sensore nuovo, occorre innanzitutto impostare in base all’applicazione i parametri più disparati. La funzione server parametri fornisce, attraverso l’interfaccia IO-Link, una rapidissima soluzione per il trasferimento dei parametri. Si ottiene così massima disponibilità dell’impianto. Il record dei parametri viene memorizzato nel sensore, così come anche in maniera ridondante sul master IO-Link. Qualora un sensore venga sostituito con un altro del medesimo tipo, le impostazioni dei parametri salvate dal master IO-Link possono essere immediatamente trasferite, rendendo operativo il sensore nel giro di pochi secondi. Ciò consente non solo un risparmio di tempo in fase di sostituzione del sensore, ma anche la massima disponibilità dell’impianto.

Questa funzione risulta vantaggiosa anche al momento della messa in esercizio di una nuova macchina. Chi produce grandi numeri di macchine, esegue l’apprendimento del sensore una volta sola e, con la pressione di un pulsante, duplica il record dei parametri dal master IO-Link su altri sensori dello stesso tipo. Viceversa, il sensore puù essere utilizzato in caso di guasto al master IO-Link come back-up per ripristinare velocemente lo stato più attuale.

La funzione server parametri è disponibile nei sensori Baumer con IO-Link, fra cui i sensori a ultrasuoni U500 e UR18, i sensori ottici O200/O300/O500, i sensori induttivi IR06/08/12/18/30, i sensori di processo come i sensori di flusso FlexFlow, gli interruttori di livello CleverLevel o il sensore di pressione PP20H.

Per ulteriori informazioni: www.baumer.com/io-link