Una piccola rivoluzione nel mondo delle costruzioni che vede protagonisti i materiali strutturali sostenibili come legno lamellare e pannelli di legno a strati incrociati X-lam o CLT

Non solo baite o piccole villette ma edifici multipiano e addirittura grattacieli. È questo uno dei trend più significativi da tenere monitorato nel 2020 e nei prossimi anni. Dall’Asia all’Europa nuove soluzioni tecnologiche permettono la costruzione di condomini e edifici in legno alti anche più di 10 piani. In alcuni stati, come negli USA, le amministrazioni stanno modificando le proprie regolamentazioni per permettere quella che, dopo oltre un secolo di cemento e acciaio, può essere definita senza smentita come una vera e propria rivoluzione.

Vantaggi delle costruzioni in legno multipiano

I vantaggi delle costruzioni in legno multipiano sono molteplici: velocità, precisione e stabilità. Gli elementi prefabbricati per le pareti sono snelli e relativamente leggeri e questo permette un montaggio veloce in cantiere e ad alta precisione (per fare un esempio, un edificio di 7 piani può essere montato in soli 40 giorni).  Operativamente gli edifici vengono costruiti seguendo il metodo del “piano su piano”, ossia i pilastri non sono continui ma vengono interrotti ad ogni cambio di piano. Le azioni tra un piano e l’altro vengono trasferite mediante piastre metalliche o direttamente dagli elementi di legno. Questa tecnologia garantisce alcuni vantaggi per quanto riguarda gli aspetti di cantiere come la movimentazione di pezzi di lunghezza contenuta e la possibilità di coprire ed impermeabilizzare immediatamente i solai appena posati, proteggendo quindi il legno dalle intemperie anche in fase di montaggio. 

www.rubner.com/it