i-Mesh, giovane azienda marchigiana, ha realizzato la copertura della promenade di Expo 2020 Dubai, progettata dallo Studio Werner Sobek: 2,7 km di tessuto tecnico per l’architettura – per una superficie totale di 52.500 mq – realizzato in Italia: un materiale tessile high-tech e green, risultato più performante, più sostenibile, più versatile per il clima locale. Un’eterea ‘nuvola’ traslucida, sospesa tra terra e cielo, che protegge dal caldo durante il giorno e si trasforma in uno schermo di proiezione durante la notte. Un tessuto caratterizzato dai motivi distintivi di una moderna ‘Mashrabiya’, lo schermo traforato tradizionalmente usato nell’architettura dei Paesi arabi. Alberto Fiorenzi, fondatore di i-Mesh, è partito dalla sua esperienza nel settore aerospaziale e nautico per creare un nuovo materiale per l’architettura, estremamente performante, pensato nell’ottica della circolarità e della massima personalizzazione. Un materiale che ha superato il test di resistenza ad una tempesta di sabbia, rimanendo intatto, senza tagli, grazie alla robustezza e flessibilità delle sue fibre, alla morbidezza del materiale, al suo peso ben calibrato.“Le Dubai Shade Structures incarnano perfettamente la combinazione di costruzione leggera, innovazione e design a cui puntiamo in tutti i nostri progetti”, racconta Werner Sobek, che ha progettato una struttura leggera e robusta allo stesso tempo, grazie alle soluzioni di alta ingegneria e alle avanzate tecnologie adottate. Il risultato è un progetto innovativo sotto molteplici punti di vista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.i-mesh.eu