Emergency Hospital 19 è il progetto per la gestione e il contenimento delle malattie infettive all’interno delle strutture ospedaliere, sviluppato da Humanitas con il supporto ingegneristico e progettuale di Techint e dell’architetto Filippo Taidelli. Un progetto in cui architettura, medicina e ingegneria, concorrono alla definizione di spazi per la gestione e la cura: efficienti, sostenibili e dal volto umano.

La realizzazione di Emergency Hospital 19, in sole undici settimane accanto all’attuale Pronto Soccorso, è stata possibile grazie all’importante contributo di Intesa Sanpaolo all’Istituto Clinico Humanitas e di TenarisDalmine e Fondazione Rocca alla Fondazione Humanitas per la Ricerca, cui si deve lo sviluppo scientifico del progetto. Si tratta di un progetto pilota e un nuovo modello per gestire le emergenze sanitarie con l’obiettivo di dare spazi di qualità, sicurezza ed efficienza.

La risposta di Humanitas alla necessità di farsi trovare pronti per gestire contemporaneamente le criticità di un’emergenza e l’ordinarietà della cura: un’architettura versatile e universalmente adattabile – realizzabile in soli 3 mesi – che a partire da una struttura modulare può crescere senza vincoli, essere adattata e integrata al contesto preesistente e personalizzata nei suoi spazi.