“CNC TIMBER-EVOLUTION DAYS” – 12/13 ottobre, Sinalunga 

Scm, azienda leader nelle tecnologie per la lavorazione del legno, dà appuntamento il 12-13 ottobre nella sede produttiva di Sinalunga (SI) per presentare le novità tecnologiche dedicate all’edilizia in legno.

La due giorni toscana sarà una vera full-immersion tra gli avanzamenti compiuti sui centri di lavoro a CNC Oikos e Area, che trovano applicazione in aziende del settore che costruiscono grandi strutture, edifici privati, residenziali e pubblici. L’appuntamento sarà, al tempo stesso, l’occasione ideale per affrontare da vicino le tendenze espresse dal mercato in continua crescita delle costruzioni in legno. Da qui il nome “CNC TIMBER-EVOLUTION DAYS”, l’evoluzione tecnologica che innesca la rivoluzione in atto nei modi di concepire e realizzare l’edilizia di domani.

La scelta di costruire in legno è uno dei trend positivi che accomuna diversi paesi in tutto il mondo. I motivi di questa spinta a preferire il legno sono noti, dalle qualità antisismiche all’ineguagliabile valore estetico, dalla sostenibilità ambientale alla sicurezza, nonché la convenienza. Senza dimenticare che, se oggi si costruisce sempre più in legno, lo si deve anche agli importanti passi in avanti realizzati nella tecnologia, aspetto in cui la ricerca e sviluppo Scm ha investito e continua ad investire molto.

In questo contesto Scm ha messo a servizio della lavorazione degli elementi strutturali per le costruzioni in legno la sua decennale esperienza nello sviluppo e produzione di centri di lavoro altamente evoluti e flessibili, creando un nuovo standard per la lavorazione della carpenteria in legno.

Nascono così due importanti progetti: OIKOS, per la lavorazione di travi strutturali e pannelli parete X-LAM/CLT  ed AREA per la lavorazione di pareti, pannelli isolanti e travi curve.

Due macchine diverse ma in cui ritroviamo gli stessi principi costruttivi che caratterizzano tutti i centri di lavoro Scm.

Innovazione

Entrambi i centri di lavoro vengono equipaggiati con gruppi operatori appositamente sviluppati per massimizzare le prestazioni in termini di ingombri, dinamica e potenza. 

Sei assi sul gruppo di OIKOS per ottenere una configurazione macchina che sia sempre la più rigida e per raggiungere i massimi livelli in termini di prestazioni e produttività.

Potenza fino a 30 kW per l’elettromandrino di AREA  per eseguire qualsiasi tipo di lavorazione garantita sempre dalla massima rigidezza in qualsiasi condizione di impiego, permettendo l’utilizzo di lame fino a 1020 mm di diametro e motosega con taglio utile 480 mm con un piano di lavoro che può raggiungere i 4,5 m di larghezza e i 50 m di lunghezza.

Precisione

Oikos consolida la tecnologia della lavorazione su 6 facce del pezzo senza bisogno di ribaltamento o riposizionamento per travi di larghezza fino a 1250 mm, spessore fino a 300 mm e lunghezza fino a 19 m.  Questo a vantaggio della precisione che permette di passare la trave direttamente dalla macchina al cantiere senza necessità di aggiustaggi manuali.

Analogamente Area, grazie ad innovative soluzioni adottate nella realizzazione delle strutture portanti, permette lavorazioni estremamente precise su elementi di lunghezza superiore ai 50 m.

Flessibilità

La particolare conformazione di Oikos insieme ad un continuo sviluppo permettono l’utilizzo della macchina per operazioni su prodotti speciali come il taglio di pannelli isolanti o compositi ed operazioni di filettatura su travi lamellari.

Le nuove soluzioni sviluppate per il piano di lavoro di Area permettono una completa lavorabilità non solo delle pareti ma anche di travi curve e pannelli sottili, le prime lavorate su apposito piano a ventose e i secondi lavorati su moduli di piano multifunzione in alluminio perfettamente integrabili.

Semplicità e rapidità di utilizzo 

Il successo delle macchine nel campo della carpenteria dipende fortemente da ciò che non si vede, ovvero dalla efficacia del software, sviluppato e continuamente aggiornato internamente per essere sempre allineati con gli standard della progettazione delle costruzioni in legno.

SCM ha sviluppato quindi Maestro Beam&Wall per raggiungere la massima rapidità e semplicità di utilizzo: un unico programma da cui accedere agli ambienti di programmazione, esecuzione programmi e gestione utensili.

Adesso disponibile anche per Oikos la funzione Nesting per la lavorazione dei pannelli parete: Maestro Beam&Wall è in grado di importare file in formato .btl generati per lavorazioni nesting a vantaggio dell’ottimizzazione del materiale e della riduzione di tempi e costi di produzione.

Redditività delle commesse
E come su tutti i centri di lavoro Scm anche per Oikos e Area Maestro Beam&Wall include il software di simulazione, che rende possibile testare i programmi in anticipo sul proprio PC e visualizzare le lavorazioni che saranno eseguite in fase di produzione, con evidenti vantaggi per il cliente:

• eliminazione di rischi di collisione, errori e tempi improduttivi

• calcolo di tempi e costi di produzione con conseguente facile determinazione del rendimento delle commesse acquisite.

Durante l’open-house verrà presentata la partnership di Scm con il Politecnico di Torino, DAD (Dipartimento di Architettura e Design), un’iniziativa che darà  vita ad uno scambio lungimirante tra mondo accademico e industria produttiva sullo sviluppo di tecnologie sempre più performanti.

L’eccellenza dei centri di lavoro Oikos e Area fonda le sue radici nella ricca storia di successi della sede produttiva di Sinalunga, dove nel 1979 Livio Tiezzi dà avvio alla produzione di una delle prime fresatrici elettroniche a controllo numerico e al marchio Routech, dal 1992 entrato a far parte del DNA di Scm.