Migliaia di visitatori a “Scm Digital Days”, l’Open House digital e smart di SCM.

Dal 25 al 27 gennaio oltre 2500 presenze, tra clienti e distributori da tutti i cinque continenti, all’SCM Headquarter di Rimini. Il primo evento dedicato ai nuovi trend dell’industria del legno nell’era digitale. Forte curiosità da parte dei visitatori per il Digital Hub SCM e tutte le ultime novità tecnologiche per il settore

Sono arrivati all’Headquarter SCM di Rimini da ogni parte d’Europa, ma anche da Asia, Medio Oriente e Sudamerica. Dal 25 al 27 gennaio oltre 2500 visitatori, hanno partecipato a SCM Digital Days, l’open house 2018 del colosso italiano che si conferma anche con le cifre record di questa edizione, leader internazionale nelle soluzioni per la seconda lavorazione del legno. L’evento ha fatto il punto sulle nuove tecnologie produttive legata all’evoluzione digitale e all’Industria 4.0 verso le quali le aziende del comparto legno hanno mostrato un forte interesse. La curiosità dei visitatori si è soffermata in particolare sul Technology Center di SCM, con oltre cin-quanta soluzioni esposte e in lavorazione, e sul Digital Hub, vero e proprio centro di comando dell’evento, che ha offerto una dimostrazione concreta degli sviluppi della produzione integrata, connessa, intelligente, digitale. Centinaia di professionisti hanno voluto provare l’esperienza della realtà aumentata e immersiva degli smart glasses ideati da SCM per l’assistenza tecnica remota ed interattiva tra cliente e service. Un migliaio di visitatori hanno assistito alle demo dei software SCM in lingua italiana, inglese e tedesca. E un grande successo è stato riscosso dall’anteprima of-ferta in questa tre giorni sul nuovo sistema di connessione “IoT” (Internet of things) da parte delle aziende interessate ad evolvere la loro produzione verso la “fabbrica 4.0”.

WORK SIMPLE. WORK DIGITAL

Il claim “Work simple. Work digital” è stato la password, il concept dell’evento, filo conduttore della serie di novità tecnologiche e digitali realizzate al fine di rendere più agevole e semplice il lavoro quotidiano dei professionisti del settore, garantendo sempre un know-how di alto livello. La visione ispiratrice di SCM è, infatti, da sempre quella di legare l’evoluzione tecnica ai bisogni concreti dei suoi utilizzatori finali attraverso una lettura sistemica e un ascolto approfondito delle reali situazioni e necessità. Ed oggi, nella grande fabbrica come nel laboratorio artigiano, la tendenza è rendere possibile ed ottimale la produzione custom ed integrata, cioè soddisfare i bisogni individuali della specifica impresa senza rinunciare ai vantaggi della produzione industriale. Da questi presupposti nasce l’innovazione tecnologica SCM e lo sviluppo di strumenti digitali che rendono sempre più custom ogni fase di lavorazione. Maestro Digital Systems è il progetto di SCM che interpreta questo intento e che abbraccia tutti i tools e l’evoluzione digitale delle macchine da legno. “I Digital Days hanno rappresentato un’opportunità per vivere in presa diretta i reali vantaggi di Maestro Digital Systems. – dichiara Luigi De Vito, SCM Wood Division and Group Sales & Mar-keting Director – Un progetto ambizioso segno dei tempi, senz’altro, ma anche di una volontà e di uno spirito imprenditoriale, quelli di SCM, da sempre al servizio di ogni operatore del legno ed in linea con le reali esigenze del mercato di riferimento. Il cambiamento è in corso. SCM guida il passo, avendo presentato ai migliaia di visitatori accorsi all’evento, macchine e applicazioni pensate per interpretare tutti i trend del momento e anticipare quelli che verranno, condividendo i nuovi argomenti che animano l’evoluzione del settore per renderli patrimonio diffuso”. Nel Digital Hub, lo spazio al centro del Technology Center SCM, è stato possibile seguire le dimo-strazioni degli esperti digital dedicate alla piattaforma di novità e agli strumenti di lavoro di Maestro Digital Systems: eye-M, un occhio sul mondo di Maestro, è il nuovo pannello operatore di ultima generazione, multifunzione e multi-touch, con schermo a 21.5”, in grado di portare il feeling e l’approccio mobile in ambiente industriale; Maestro Smartech, l’innovativo sistema di assistenza e manutenzione remota con occhiali a realtà aumentata, per avere sempre un tecnico SCM accanto sperimentando l’avvento della tecnologia wearable; Maestro Suite, il potente sistema software con applicativi per ogni tipo di lavorazione e processo produttivo; Maestro Xplore, il sistema di simulazione per impianti e celle integrate in realtà virtuale 3D con visore Oculus, un salto nel progetto per conoscerne ogni dettaglio e programmare il corretto risultato produttivo; Maestro Datalink, la piattaforma di strumenti “IoT” (Internet of Things) altamente innovativi, in grado di consentire la raccolta di dati provenienti dalle macchine al fine di renderli disponibili alla successiva analisi. Un sistema in linea con il concetto di “smart factory”, capace di monitorare e ottimizzare sempre di più i processi produttivi fino ad ottenere una manutenzione predittiva, che anticipa eventuali manutenzioni straordinarie evitando così possibili tempi improduttivi.

LE ULTIME NOVITÀ ALLA SCM ARENA

Il cambiamento digitale nei sistemi produttivi richiede nuove competenze e traccia giorno dopo giorno una cultura industriale in continuo divenire. Occorre, quindi, prepararsi alle nuove prospetti-ve. Tanti gli spunti offerti dal ricco programma di interventi della SCM Arena per i Digital Days: tech talks su tendenze, strategie e testimonianze di successo insieme agli esperti SCM e ad ospiti d’ec-cezione provenienti da importanti società. Tra queste: l’Istituto IFT Rosenheim, una delle massime autorità tecnico-scientifiche per finestre, porte e facciate, che all’evento ha approfondito il tema della “smart home” e della finestra del futuro controllabile da smartphone; Lignum Consulting, società di consulenza all’avanguardia nell’industria del legno e dell’arredamento, che ha illustrato le nuove frontiere tecniche dell’Industria 4.0 e della “fabbrica connessa; per SCM Christian Ter-fruechte ha spiegato i “metodi e tecnologie produttive nell’era digitale” mentre Albin Siegert ha svelato le nuove sfide per i produttori di macchine, legate ai grattacieli di legno sempre più alti.

LE TECNOLOGIE PIÙ AVANZATE PER LA PRODUZIONE CUSTOM E INTEGRATA

Il Technology Center SCM ha mostrato le nuove soluzioni per ogni processo produttivo industriale, dal mobile alla nautica, dal serramento all’edilizia, e le più affidabili macchine per la falegnameria. Trasversale alle differenti tipologie ed esigenze di lavorazione, il potente Maestro Suite, un sistema software completo che ai Digital Days ha presentato importanti “upgrade”, sistemi aperti che permettono ogni tipo di connessione, consentendo un controllo totale delle funzioni delle macchine e permettendo agli operatori di agire in modo semplice e intuitivo. Tra gli esempi, il nuovo ottimizzatore applicato alle sezionatrici che consente una riduzione dell’80% dei tempi di calcolo e del 40-50% degli scarti. Ottimi risultati anche per il supervisore Watch che gestisce in autonomia un sistema di celle integrato.

Scm Engineering

Ai Digital Days hanno trovato uno spazio esclusivo i sistemi SCM di celle, impianti e linee di pro-duzione destinati all’industria flessibile. Per l’occasione, presentati con l’innovativo sistema di esplorazione in realtà virtuale 3D Maestro xplore. In particolare, i clienti in visita all’Headquarter riminese di SCM hanno potuto vedere System 1, linea integrata per il serramento ad alta produttività per la produzione di finestre e porte-finestre, fino a sette pezzi al minuto. Su questo fronte SCM, sempre alla ricerca di soluzioni avanzate, è stato scelto come partner da un mercato forte-mente esigente dal punto di vista tecnologico come la Svezia.

Centri di lavoro e foratura

Grande interesse nel corso dell’evento ha suscitato la novità assoluta SCM nell’ambito della fora-fresatura: il nuovo centro di lavoro della gamma morbidelli m220 con doppia testa a forare per la foratura contemporanea di più pannelli con notevole riduzione dei tempi di ciclo. In evidenza anche “Cinque modi per fare Cabinet”, il meglio della tecnologia morbidelli in un’applicazione dimostrativa live che fa conoscere i differenti metodi per costruire il box. In mostra, l’evoluzione dei modelli “All-in-one technology” con il nuovo centro di lavoro morbidelli p200, ca-ratterizzato dall’innovativo gruppo bordatore in grado di applicare bordi su pannelli spessi anche 80 mm e dalle esclusive ventose HE-POD che permettono di sfruttare al massimo le dimensioni del piano di lavoro grazie al sollevamento alternato dei pezzi.

Centri di lavoro e tecnologie per legno massello

In mostra anche l’alta tecnologia SCM dedicata alla lavorazione del legno nobile per eccellenza, con le molteplici applicazioni per la produzione di finestre, porte, scale, sedie, oggetti di design ed elementi d’arredo in massello. L’attenzione dei visitatori si è soffermata soprattutto sulla linea balestrini con balestrini power, una gamma di centri di lavoro a 5 assi ad alta precisione, produttività e flessibilità, in linea con le sempre più esigenti e variegate richieste dell’industria del legno, e balestrini pico om, la tenona-trice, mortasatrice, intestatrice e foratrice CNC. Anche in questa tecnologia un’attenzione particola-re è stata dedicata alla parte software con smart pro, un sistema veloce, intuitivo e flessibile che consente di creare e gestire le lavorazioni anche da remoto. Tra le altre tecnologie in mostra: il centro di lavoro accord 25 fx per finestre lineari e ad arco con piano di lavoro automatico MATIC gestito dal software Scm Maestro CNC; la cella di lavoro flessi-bile accord wd, per produrre fino a 16 componenti di finestra senza la presenza dell’operatore; il centro di lavoro accord 40 fxm, con gruppo operatore a 5 assi PRISMA, ottimale sia per fresature con grosse asportazioni di materiale sia per profilature ad alta velocità di rotazione. Grande stupore anche per l’elevata produttività – pari a circa 30 finestre per turno – della consoli-data combinazione di scorniciatrice automatica superset nt, con il centro di lavoro angolare win-dor nt1 che conferma come il nuovo controllo elettronico MOBILE PC e i tradizionali processi di lavorazione possano offrire qualità, precisione, semplicità e grande affidabilità.

Bordatura

Ai Digital Days sono state illustrate anche le ultime novità che interpretano la visione SCM per la bordatura moderna: produrre velocemente, senza errori e con un orientamento costante agli alti standard qualitativi. In particolare, il nuovo controllo macchina da 21.5” multitouch con anteprima 3D del pannello in lavorazione, i nuovi gruppi operatori generazione “E” progettati per offrire un solido equilibrio tra leggerezza nella lavorazione e nuovi standard di rigidezza e il nuovo dispositivo AirFusion che porta l’applicazione hot-air/filo colla zero ad un +10% di produttività e un taglio del 50% nei tempi di accensione ed avvio. Non è mancato l’interesse per le nuovissime bordatrici stefani kd, anello di congiunzione tra l’azienda artigiana e l’industria per lavorare in modo continuo numerosi pannelli anche diversi tra loro. Le aziende artigiane hanno invece toccato con mano le enormi potenzialità di olimpic k 360 hp, bordatrice con assi a controllo numerico per il set up automatico nel cambio lavorazione. Tutta la gamma olimpic ha presentato all’evento SCM un funzionale restyling.

Sezionatura

Protagoniste l’alta qualità e la velocità di lavorazione possibili grazie alla sezionatrice monolama automatica gabbiani g 2 115, controllata dal nuovo software Maestro Cut per una gestione ottimale dei magazzini e della movimentazione dei pezzi. Entusiasmo anche per gabbiani g 2 che, integrata nel magazzino flexstore el, è sinonimo di preci-sione senza eguali grazie allo scorrimento su guide prismatiche del carro-lama. In esposizione an-che il nuovo carro HI-TRONIC, che permette di raggiungere velocità elevate per una produttività sempre al top.

Levigatura

Fra i numerosi modelli dmc dedicati all’industria, SCM ha presentato differenti configurazioni per ogni tipo di esigenza e la realizzazione di suggestivi effetti di finitura: la levigatrice dmc eurosystem, compatta e versatile, ideale per i produttori di porte tamburate, di antine in mdf e impiallac-ciate; la dmc system t4 per l’industria del mobile che richiede impieghi intensivi e finiture eccellenti; la levigatrice dmc system t5, una soluzione completa per la realizzazione di suggestivi effetti di finitura e la personalizzazione dei prodotti grazie a gruppi tecnologici unici nel settore, per effetti come lo sgorbiato, il taglio di sega e lo strutturato; infine la spazzolatrice dmc system t4, dotata di gruppo pattino orbitante Finesand, la soluzione ideale per la superfinitura di elementi a venatura incrociata e materiali compositi.

Montaggio

Tra le soluzioni per il montaggio, SCM ha proposto action p, lo strettoio elettromeccanico con carico e scarico manuale, per il montaggio preciso e veloce del mobile (anche con incastro a 45°) grazie all’azione dei motori brushless. Il sistema integrato pignoni-cremagliere permette di ottenere una efficiente squadratura del prodotto assemblato. Questa soluzione è destinata alle piccole aziende artigiane con volumi indicativi fino a 60 mobili al giorno.

Macchine per la falegnameria

Per il falegname moderno SCM propone una serie di macchine all’avanguardia come la nuova sega circolare a doppia inclinazione minimax si x, con lama inclinabile +/-46° a movimentazione motorizzata-programmata. In evidenza le due ultime nate delle bordatrici minimax: minimax me 28t, la bordatrice più econo-mica sul mercato ad avere il rettificatore, dispositivo considerato uno standard su macchine di gamma più alta; minimax me 40 che può alloggiare tutti i gruppi di finitura, tali da permettere una produttività molto elevata per il segmento delle macchine riservate ad artigiani e falegnami. In mostra nel rinnovato Technology Center SCM anche il nuovo aspiratore vf 250 facente parte della nuova gamma di aspiratori vf, dalla linea compatta e snella per essere collocato in qualsiasi ambiente di lavoro. Grande spazio a tutta la gamma dell’inossidabile gamma L’invincibile, il risul-tato di anni di esperienza, ricerca in tecnologia e genialità italiana.

Centri di lavoro per carpenteria / Squadratrici e tenonatrici

Attraverso l’innovativo sistema multimediale, SCM ha presentato una versione virtuale delle macchine e tecnologie del gruppo: dai centri di lavoro per carpenteria oikos e area alle squadratrici-tenonatrici celaschi. In evidenza anche le tecnologie Superfici, in particolare le soluzioni all’avanguardia per la verniciatura di pannelli, elementi per mobili e serramenti.

Scm Group è leader mondiale nelle tecnologie per la lavorazione di una vasta gamma di materiali: legno, plastica, vetro, pietra, metallo, materiali compositi e nei componenti industriali. Le società del gruppo sono, in tutto il mondo, partner affidabili di affermate industrie che operano in vari settori merceologici: dall’industria del mobile all’edilizia, dall’automotive all’aerospaziale, dalla nautica alla lavorazione di materie plastiche. Scm Group coordina, supporta e sviluppa un sistema di eccellenze industriali, articolato in 3 grandi poli produttivi altamente specializzati in Italia, con oltre 3.500 dipendenti e una presenza diretta nei cinque continenti.