Artemide illumina FICO, il parco dell’agroalimentare più grande del mondo, che si sviluppa su una superficie di 100.000 metri quadrati dedicati alla biodiversità e all’arte della trasformazione del cibo italiano, inaugurato recentemente a Bologna.

La competenza Artemide si esprime attraverso un progetto di lighting in grado di connotare e diversificare gli spazi, rispondendo alle necessità funzionali e scenografiche, che FICO ospita al suo interno: botteghe dedicate alla promozione e alla vendita delle eccellenze italiane, ristoranti, bar, aree tematiche e didattiche.

Per ogni area Artemide ha creato soluzioni specifiche che dialogano con l’architettura e la luce naturale. Differenti atmosfere e coreografie luminose accompagnano il percorso del visitatore, modellando la percezione e la fruizione dei molteplici ambienti.

Alphabet of Light, disegnate dallo studio BIG per Artemide, illuminano l’ampio spazio del Teatro Arena con una coreografia di grandi cerchi luminosi che creano un paesaggio dinamico di geometrie e di perfomance.

Le sospensioni Mouette di Artemide, firmate dallo studio Wilmotte & Industries connotano l’illuminazione dell’ingresso dell’ampio spazio fieristico, grazie alla forte presenza scenica di questo prodotto.

Le Empatia, disegnate da Carlotta de Bevilacqua, illuminano con eleganza il Ristorante “Le Soste”, creando un’atmosfera raccolta e suggestiva, un gioco di luce e ombre reso possibile dalle qualità materiche del vetro soffiato veneziano e dalla Led technology di Artemide.

Il percorso di luce

Il saper far luce di Artemide si esprime a FICO Eataly World grazie a lampade di design e apparecchi tecnici e innovativi, attenti a un corretto bilancio energetico e in grado di evidenziare e connotare, con differenti situazioni di illuminazione, aree di passaggio, di convivialità, zone espositive e didattiche:

· la scenografia luminosa della Galleria Commerciale, con l’info point, l’area ristoro e il market è scandita dalle lampade: Nur, Cuneo e Picto;

· i padiglioni tematici, che illustrano la biodiversità italiana attraverso una narrazione interattiva sono illuminati dagli apparecchi Ego, Tagora, Dedalo, Demetra e Picto;

· nell’aula didattica, che ospita incontri e corsi di cucina, le lampade a sospensione Unterlinden, progettate per Artemide dallo studio Herzog & De Meuron, forniscono la soluzione ideale per definire con eleganza lo spazio.

ARTEMIDE
Fondata nel 1960 da Ernesto Gismondi, Artemide ha sede a Pregnana Milanese. I prodotti Artemide sono distribuiti in 98 diversi Paesi. Con cinque unità produttive in Italia, Francia, Ungheria e Canada, una vetreria e una struttura di Ricerca e Sviluppo supportata da laboratori di prototipazione e test all’avanguardia, il Gruppo Artemide impiega attualmente 750 dipendenti di cui 60 in attività di R&S, a conferma del ruolo portante dell’innovazione quale componente chiave per il suo successo. In ogni luce Artemide c’è l’energia di un’Azienda che crede e investe in ricerca e sviluppo, sostiene il Made in Italy, produce in Europa, con una reputation riconosciuta in tutto il mondo.

www.artemide.com